“F for Franciacorta”, docufilm sull’eccellenza vinicola

Il docufilm “F for Franciacorta”, realizzato dal regista Massimo Zanichelli in collaborazione con il Consorzio di tutela del Franciacorta, vuole raccontare al grande pubblico la storia, la passione e le tradizioni delle bollicine Docg coltivate da un rigido disciplinare tra le terre di Rovato e il lago d’Iseo, in una zona che comprende 19 Comuni dell’Ovest Bresciano.

Zanichelli, che ha dedicato più di un anno e mezzo per la realizzazione di questo film, così sintetizza la sua opera: “Ho raccontato il mondo del Franciacorta partendo dai suoi produttori, seguendo poi lo scorrere delle stagioni dell’anno: dalla potatura invernale passando alla fioritura primaverile per poi descrivere la vendemmia estiva e le arature autunnali. Le origini storiche, il metodo di produzione e la magia delle bollicine del Franciacorta s’intrecciano così con la bellezza del territorio d’origine, dove l’evoluzione della vite, la maturazione delle uve e i lavori nei vigneti avvengono in un paesaggio punteggiato da ville, castelli e abbazie sullo sfondo delle torbiere del Sebino e del lago d’Iseo. Tutto il fascino del metodo classico più famoso d’Italia in un film stilizzato ed emozionale come il vino che racconta, sintesi perfetta di tecnologia e territorio”.

“F for Franciacorta”, che è stato presentato ufficialmente a Milano il 2 marzo presso la Terrazza Triennale – Osteria con vista, non vuole essere un racconto didascalico o, peggio ancora, autocelebrativo o semplicemente pubblicitario, bensì, grazie anche alle conoscenze enologiche del regista, ha l’obiettivo di trasmettere allo spettatore le emozioni che la creazione di un prodotto vinicolo di eccellenza riesce a comunicare.

“È un film stilizzato ed emozionale come il vino che rappresenta” – aggiunge Zanichelli riferendosi alle fasi di lavorazione di “F for Franciacorta” – “la pellicola racconta il lavoro dell’uomo nei vigneti durante lo scorrere delle stagioni attraverso una serie di contrasti: esterno e interno, luce e penombra, individualità e coralità, terroir e tecnologia. Ho cercato di riprodurre nel film, attraverso particolari scelte registiche (dal campo lungo al macro, dal montaggio alle musiche) l’essenza del Franciacorta: il fascino, il mistero, la magia del suo mondo e della sua effervescenza. Il film evoca la tradizione vitivinicola secolare della Franciacorta, inquadrando questo patrimonio culturale da salvaguardare e proteggere”.

Tra i produttori vinicoli che hanno offerto la loro diretta collaborazione ricordiamo Riccardo Ricci Curbastro, Giulia Cavalleri, Silvano Brescianini, Antonio Moretti, Lucia Barzanò, Andrea Arici, Gigi Nembrini e Daniele Gentile.

Il film, del quale saranno rese disponibili anche versioni in inglese, tedesco e giapponese, è liberamente fruibile a questo indirizzo: http://film.franciacorta.net

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*