Giovanni Raspini: “Vi presento i miei Superbangles”

 

L’ultima creazione di Giovanni Raspini sbarca a Roma, in via Margutta: i “Superbangles”, in edizione limitata. Nascono dal medesimo bracciale schiava, martellato in argento 925, vestito con 21 decori tutti diversi. Pietre dure, coralli, piume, vetri, madreperle, cristalli di rocca. Alla domanda di come sia nata questa idea, Giovanni Raspini ci risponde:”Tutto è nato dalla suggestione del Monumento dei Quattro Mori di Livorno, il gruppo scultoreo seicentesco dedicato al granduca Ferdinando I e abbellito dalle celebri statue in bronzo dei mori incatenati. Ho preso un bracciale schiava in argento martellato e, interpretando il medesimo tema, ne ho fatto un monumento portabile in miniatura. Come per esempio la mia creazione con i coralli, oggetti che avevo chiuso in un cassetto con l’intenzione di tirar fuori al momento giusto, e con questa idea il momento mi sembrava perfetto. La mia è stata un’emozione immediata, ho messo insieme una serie di pezzi tutti diversi, pieni di fantasia, colore e vitalità. Diversitá senza esser ripetitivi è stato il mio motto, e cosi sono nati i Superbangles”. Giovanni Raspini nelle sue idee ha voluto coinvolgere anche i ragazzi che vogliono affacciarsi al “suo” mondo, infatti Per l’argentiere toscano edicato all’incontro affascinante fra donna e desiderio di bellezza, due delle ventuno creazioni sono stati realizzati dai vincitori di un concorso realizzato in collaborazione con il Liceo Artistico “Piero della Francesca” di Arezzo.

 

Federica Carnevale

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*