,

Forbes: ecco chi sono i più ricchi del mondo!

Forbes: i più ricchi del mondo

È sempre uno dei momenti più attesi per chi segue il mondo del lusso, della ricchezza e dell’esclusività. La celeberrima rivista americana Forbes, ha diramato l’elenco degli uomini (e delle donne) più ricchi del mondo. Ancora una volta Bill Gates si conferma in testa a questa speciale classifica (erano pochi i dubbi in proposito) con un patrimonio personale di 68 miliardi di dollari.

Ma chi è alle sue spalle? Anche qui sono ben poche le sorprese. Infatti, alle spalle del cofondatore della Microsoft, troviamo  il finanziere Warren Buffet con 76,5 miliardi e il fondatore di Amazon Jeff Bezos che si piazza sul gradino più basso del podio con 72,8 miliardi. Poco più sotto non sta certo male Amancio Ortega, fondatore di Zara, con i suoi 71,3 miliardi e Mark Zuckerberg con 56 miliardi, creatore di Facebook.

E gli italiani? Beh, sono parecchio distanti… la prima in classifica è Maria Franca Fissolo, vedova Ferrero che si piazza al ventinovesimo posto con poco più di 25 miliardi di dollari, seguita dal numero uno di Luxottica Leonardo Del Vecchio con 17,9 miliardi (cinquantesimo posto) e dall’imprenditore Stefano Pessina con 13,9 miliardi (ottantesimo). Tra i primi 200 rientra l’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi (al numero 199) con 7 miliardi di patrimonio stimato e prima di lui troviamo Massimiliana Landini Aleotti con 9,5 miliardi.

Gli altri paperoni italiani, ma ben lontani dalle immense ricchezze dei grandi magnati statunitensi, sono Giorgio Armani con 6,6 miliardi, Augusto e Giorgio Perfetti con 5,8 miliardi, Paolo e Gianfelice Mario Rocca con 4,4 miliardi, Giuseppe DèLonghi con 3,8 miliardi e Patrizio Bertelli con 3,2 miliardi.

Una curiosità: il patrimonio dell’attuale Presidente degli Stati Uniti, il magnate Donald J. Trump, viene stimato in “appena” 3,5 miliardi di dollari e si piazza solo al posto numero 544…

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *