,

Il gioielliere di Gstaad amato dal jet set internazionale

Heart_Gstaad

“L’unicità di un gioiello non è dettata dal costo, ma da chi lo indossa”. È questa la filosofia di Fabrizio Granero, autore di creazioni di alta gioielleria dalla manifattura raffinata ed esclusiva nella quale l’estetica si unisce alla perfezione stilistica e alla qualità superiore delle pietre e dei materiali impiegati.

Poliedrico, creativo e profondo conoscitore del settore, da sempre è il gioielliere dell’élite internazionale; residente a Gstaad, sulle Alpi Bernesi, non espone in uno show room in quanto ogni sua “opera d’arte” viene commissionata dai clienti e realizzata personalmente in funzione dei desideri di ognuno. Particolarità che lo rende unico al mondo, da due anni Fabrizio Granero firma una collezione esclusiva che è un omaggio alla località svizzera e ai suoi abitanti e che è diventata un must have per coloro che acquistano uno chalet a Gstaad. L’oggetto cult che gli attori, i cantanti, gli industriali e gli aristocratici desiderano è un gioielloa forma di cuore, elemento simbolo nella cultura del découpage, che raffigura l’abitazione di ognuno inserita al centro di un paesaggio bucolico delicatamente abbellito da animali e vegetazione.

Confezionato soltanto per i possessori dello chalet e dunque simbolo di un certo lifestyle, viene personalizzato al fine di renderlo unico e non imitabile e il proprietario può scegliere l’elemento animalier che preferisce: dall’orso, simbolo araldico di Berna, al cucciolo di casa. Per avere sempre con sé i propri affetti e il proprio mondo. A far sì che questo gioiello sia ancora più iconico vi sono alcuni particolari nascosti nel ciondolo, ma soprattutto vi è la patente che attesta che a realizzarlo artigianalmente è Fabrizio Granero. Da Roger Moore, che fu il primo a ricevere il prezioso cuore, tutti i protagonisti del jet set internazionale ambiscono ad avere il simbolo dell’élite di Gstaad, inclusa la moglie di uno dei più famosi gioiellieri al mondo.

Da sempre i più noti esponenti dell’aristocrazia, dell’industria, della finanza e dello spettacolo si rivolgono a lui; per lo statunitense Harry Winston e per il parigino Chaumet ha realizzato alcuni pezzi dalla lavorazione esclusiva e tra i suoi clienti annovera la Principessa Caroline di Monaco, la famiglia Douglas, Joan Collins e la famiglia Rossellini, così come in passato ha annoverato Frank Sinatra ed Elizabeth Taylor, per citarne solo alcuni. Piemontese di origine e monegasco di adozione, all’età di vent’anni Fabrizio Granero inaugurò la sua prima gioielleria a Montecarlo, in Avenue des Beaux Arts, e subito divenne il punto di riferimento dell’élite mondiale. Dopo aver viaggiato a lungo si è trasferito a Gstaad, sulle Alpi Bernesi; qui realizza i cuori e le altre inimitabili creazioni di gioielleria superiore nel suo atelier situato nella Promenade dove riceve solo su appuntamento. Nella Gallery potete trovare alcune delle sue creazioni!

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*