In vendita la villa di Giuseppina e Napoleone

jbonaparte

Una casa da sogno. O forse qualcosa di più. La tenuta di campagna appartenuta alla prima moglie di Napoleone Bonaparte, Josephine de Beauharnais (meglio conosciuta come Giuseppina alle nostre latitudini), è stata messa in vendita per poco meno di 4 milioni e mezzo di Euro.

Acquistata da Giuseppina il 21 aprile 1799 mentre Napoleone era impegnato nella campagna d’Egitto, si trova a Rueil – Malmaisonon, un comune dell’Île de France. Il castello fu abitato da Napoleone e Giuseppina durante il consolato e, tra il 1800 e il 1802, insieme al Palais des Tuileries, divenne la sede del governo francese.

È questo il luogo in cui Napoleone Bonaparte elaborò il famoso Codice Civile ed ebbe l’idea d’istituire la Légion d’honneur. Riunioni di lavoro, ricevimenti ufficiali e privati, ma anche concerti, balli e giochi campestri a cui prendeva parte la buona società dell’epoca si svolgevano in questo castello.

Durante l’Impero, Giuseppina abbellì il castello ed il parco circostante e nel 1809, dopo il divorzio, vi stabilì la sua residenza definitiva. Durante questi anni, insoddisfatta delle rose che a quel tempo erano disponibili, le quali erano piccole e fiorivano solo per pochi giorni all’anno, fece piantare nei grandi giardini della tenuta oltre duecento varietà di rose provenienti dalla Persia.

La parte del castello in cui visse Giuseppina, chiamata Orangerie, è divenuta una residenza privata intorno al 1830: dalla morte di della stessa, nel 1814, la casa ha avuto una lunga successione di proprietari fino ai giorni nostri.

Gli attuali proprietari della villa hanno ristrutturato la casa di circa 550 mq: le 15 stanze che compongono la residenza sono state restaurate, il pavimento è stato sostituito con un parquet di quercia e l’esterno è stato ridipinto. Sono state apportate tutte le migliorie dei giorni nostri come il sistema di riscaldamento moderno e la fibra ottica.

La villa dispone di una piscina ospitata nei 1,3 ettari di giardini confinanti con i giardini del castello di Malmaison, ora museo nazionale dell’epoca napoleonica.

(Fonte: blog.casa.it)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*