,

Lisa Tibaldi ha illuminato di novità il Museo della Civiltà a Roma

Lisa Tibaldi

Netto successo per Lisa Tibaldi che ha illuminato di novità il Museo della Civiltà a Roma. L’opening della mostra “Trama Aurunca … Emozioni e Creatività di un Territorio” è stato un vero e proprio tributo al Made in Italy e al concetto dell’ecologia che ormai sta a cuore a tantissimi stilisti moderni.

L’iniziativa è stata ideata dalla stilista Tibaldi in collaborazione con il Parco Naturale dei Monti Aurunci. Un’ispirazione che ha preso il via direttamente da questa catena montuosa del Lazio, un’area naturale protetta al confine tra le province di Frosinone e Latina. La mostra si è incentrata sulla presentazione di abiti e svariati accessori dal design particolarissimo: sono stati infatti tutti realizzati attraverso la lavorazione dei filamenti della “Stramma”, tipica pianta spontanea a cespuglio frondoso presente sui Monti Aurunci dal nome scientifico “Ampelodesmos mauritanicus”, utilizzata nei secoli per gli usi più diversi, dalle corde per le imbarcazioni alla produzione di ceste e cestini, fino all’arredamento per le case di campagna.

La madrina dell’evento è stata l’attrice Simona Borioni, che insieme all’ideatrice dell’iniziativa, la stilista Lisa Tibaldi, al Direttore del Museo della Civiltà Leandro Ventura e al Presidente del Parco Naturale dei Monti Aurunci Michele Moschetta, hanno accolto i numerosi ospiti intervenuti alla serata.

“Un’esperienza unica” – dichiara Simona Borioni – “Grazie alla possibilità di aver potuto ammirare da vicino dei manufatti artigianali unici: abiti, collane, bracciali, orecchini e borse, realizzati da Lisa Tibaldi attraverso la lavorazione dei filamenti della stramma”.

Il progetto sarà esposto al Museo della Civiltà dell’EUR sino al 30 aprile, ma l’obiettivo nei tempi brevi è quello di varcare il territorio nazionale per promuovere l’artigianalità Made in Italy, attraverso il recupero delle tradizioni popolari di un territorio, anche fuori dal Lazio.

Presenti durante la serata anche i ragazzi della Fondazione BioCampus e Ipsoa Istituto Alberghiero “Angelo Celletti” di Formia che hanno intrattenuto gli invitati con un ottimo angolo degustazioni.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*