Nothing to wear?

Maria Renata Leto

In questo periodo dell’anno, chi di noi non è alle prese con il proprio guardaroba alzi la mano! Armadi straripanti, ma la frase più ricorrente è sempre la stessa: “non ho niente da mettermi!”.

Meno male che ci siamo noi donne, frivole al punto giusto, modaiole, sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo che ci metta di buon umore. La primavera è finalmente arrivata, dirompente! È ora di fare shopping… Le settimane della moda, sia di Parigi che di Milano, ci hanno fatto sognare. Le sfilate ormai sono dei veri e propri show. L’Oscar quest’anno lo darei al sempre stupefacente Karl Lagherfeld che al Grand Palais a Parigi, tra abiti stupendi e modelle strabilianti, ha fatto decollare niente di meno che un missile tra lo stupore generale! Le mie preferenze per questa stagione vanno alle frange declinate in molteplici versioni. Mixate a paillettes con colori fluo adornano i caftani di Emilio Pucci oppure le strepitose clutch di Jw Anderson, in camoscio dai mille colori.

Pigiama che passione!

Altra mia grande passione per questa stagione da raccomandare alle più audaci, è il pigiama in seta da usare non per andare a letto, ma per ricevere in casa o andare ad un super party bordo piscina! I più belli quelli di Forrest Less Sleepers e di Olivia Von Halle. Stupende fantasie multicolor o disegni un po’ rétro, giacche modello kimono da abbinare a pantaloni svolazzanti coordinati che una volta indossati vi faranno sentire un po’ come quelle signore dell’Upper Class americana che tanto amava fotografare negli indimenticabili anni sessanta Aaron Slim. Deliziosa la collezione di Marta Ferri. Abiti in cotone, seta e broccati, con stampe ricercate. Cognata di Beatrice Borromeo, oggi Casiraghi, veste tutte le giovani signore della Milano che conta e non solo. Esile, estrosa, stilosa, figlia d’arte, il papà è il famoso fotografo Fabrizio Ferri e la mamma, Barbara Frua, nota interior decorator.

Torniamo a noi…

Ma tornando ai nostri armadi, siamo proprio sicure di non aver niente da mettere? In questa stagione dell’anno, io dedico sempre qualche giorno alla risistemazione del mio guardaroba. Intanto svuoto tutto, ante, cassetti cesti e scatoloni, e dopo aver rifoderato tutti i ripiani con una nuova carta fantasia, quest’anno ne ho scelta una della famosa casa inglese Molly Mahon Block Printing, passo a dividere tutti i miei vestiti per colore e stili.

Fatto tutto questo, che credetemi non è lavoro da poco, scopro sempre di avere decine di capi dimenticati, che magari hanno bisogno soltanto di un accessorio più attuale per rinascere a nuova vita!

Nuove emozioni

La mia nuova passione sono le scatole in tessuto per i closet, ossia le cabine armadi. Le trovo utilissime, da impilare l’un l’altra. Internamente divise in scomparti. Indispensabili per conservare, bijoux, collane, cinte, foulards, occhiali. Non è facile trovarle in tinta con la propria stanza degli armadi. Mi piacciono a tal punto che uno dei miei prossimi progetti sarà quello di produrne una serie che porterà la mia firma è quella di Queenbee! Ma di questo e molto altro ancora vi parlerò prestissimo sul mio sito www.mariarenataleto.com!

Maria Renata Leto

 

A cura di Maria Renata Leto

 

Tratto da Lusso Style di Aprile 2017

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*