Nuova Audi R8: mostruosa!

Gli amanti delle Supercar l’aspettavano come la manna dal cielo. Dalla Germania, è piombata come un’asteroide la nuova Audi R8, la più veloce di sempre. La Porsche 911 e la Mercedes-Benz AMG GTS iniziano ad avere la tremarella.

In questo segmento sono i numeri a far la differenza e la nuova R8, disponibile nella versione più umana (“soli” 540 cv e 540 Nm) che in quella devastante denominata Plus, può vantarne di livello stratosferico. Da 0 a 100 km/h in 3,2 secondi. Velocità massima di 330 km/h. Fa paura. Un motore centrale V10 aspirato da 5.2 litri, che risponde brillantemente ai comandi dell’acceleratore, con una potenza massima di 610 cv. Questi sono i dati che riguardano la Plus, in grado di lanciare il guanto della sfida anche alla “cugina” Lamborghini Huracan. Pesa solamente 1.454 chilogrammi. E questo grazie soprattutto all’Audi Space Frame (ASF) di nuova concezione, caratterizzato da una struttura multimateriale, che comprende componenti in alluminio e in fibra di carbonio; la carrozzeria grezza, molto rigida, pesa circa solo 200 chilogrammi. Il sottoscocca, come nelle vetture da corsa, è dotato di un rivestimento liscio; un grande diffusore convoglia l’aria in modo mirato e aumenta la deportanza della R8 V10 plus. È quanto di più vicino possa esserci ad una vettura da corsa.

L’abitacolo è pazzesco e non è possibile rimanerne indifferente. Gli interni di questa sportiva ad alte prestazioni sono stati studiati pensando soprattutto al guidatore, che può visualizzare tutte le informazioni attraverso l‘Audi Virtual Cockpit. Il volante, la strumentazione del cruscotto e la strada sono sullo stesso asse visivo centrale. Con i tasti multifunzione e i gruppi di comandi il guidatore può gestire tutte le funzioni importanti, senza togliere le mani dal volante e senza dover distogliere lo sguardo dalla strada.

I prezzi? Il modello base costa 169.500 Euro, mentre la Plus tocca i 195.800 Euro.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*