Roma Fashion White 2015: la sposa in chiesa

L’alta moda ha sfilato in chiesa in occasione del “Roma Fashion White 2015”giunto alla sua IX edizione. Le nuove proposte dell’Alta Moda Sposa sono state presentate nel loro luogo “naturale”: la Chiesa. Particolarmente suggestiva la scelta della location: la Chiesa Episcopale di San Paolo Entro le Mura in Via Nazionale, a Roma.

Lungo la navata della Chiesa, diventata passerella grazie al progetto di lighting design della TechnoElite di Roma, ha sfilato la nuova collezione d’Alta Moda Sposa dell’Atelier Gemelle DonatoSposa, promotrici dell’Hand Made italiano nel mondo, punto di riferimento nazionale e internazionale dell’Haute Couture Sposa. La collezione NARCISO, omaggio alla bellezza e all’arte del Caravaggio, ha stupito il pubblico presente per la scelta di tessuti  e pizzi di particolare pregio, studiati e confezionati con incredibile meticolosità.

La Dolce Vita romana è stato il tema scelto da Mauro Gala Haute Couture e le sue romantiche spose. La sua collezione ha dato vita a silhouette femminili, ma pulite, sottolineate da delicati elementi decorativi che incorniciano il corpo, sfiorano il ginocchio o toccano la caviglia evidenziando tagli perfetti.

La sposa proposta da Gian Paolo Zuccarello ideata nell’Atelier Alta Moda Sposa nel centro storico di Albano Laziale, è stata particolarmente emozionante.Gli abiti sono realizzati interamente a mano, rispettando il rigore della classica tradizione sartoriale italiana. Una sposa delicata, eterea. Momento di vera Haute Couture quando ha sfilato una bellissima sposa incinta nei toni del grigio perla e del rosa, fra delicato tulle e micro applicazioni floreali.

Davvero bella e significativa la presenza dell’Accademia di Moda SITAM di Lecce, ente formativo di eccellenza sul territorio pugliese, che ha presentato la collezione 2015 interamente progettata e realizzata dagli allievi del corso di moda. La collezione, ispirata al capospalla femminile e caratterizzata dall’unione delle tecniche sartoriali del Made In Italy con la tecnologia d’avanguardia, è stata lungamente applaudita per la precisione dei tagli e della confezione, per l’originalità dell’idea e il coraggio di utilizzare tessuti difficili da lavorare.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*