,

Saut Hermès, un’arena di classe nel cuore di Parigi

Avrà luogo nei giorni 17, 18 e 19 marzo presso il Grand Palais a Parigi l’ottava edizione del Saut Hermès, l’evento ippico nato su iniziativa della Maison francese del lusso con l’obiettivo di creare una competizione sportiva di alto livello, e offrire al mondo del cavallo un’arena di classe nel cuore di Parigi.

Per l’ottavo anno consecutivo, cinquanta tra i migliori fantini al mondo (tra i quali tre italiani) si riuniranno sotto la navata del Grand Palais per competere in questo concorso di salto internazionale a 5 stelle (CSI 5 *), che rappresenta la massima categoria della Federazione Francese per Sport equestri (FFE) e della Federazione internazionale per gli sport equestri (FEI).

Numerose le novità di questa ottava edizione. Per la prima volta, durante la serata del 18 marzo, ci sarà un evento serale aperto al pubblico, nel quale i presenti avranno la possibilità di assistere alla nuova competizione di salto ostacoli, così come allo spettacolo equestre.

Per l’occasione Hermès presenterà in esclusiva uno show poetico dal titolo “Le Songe de Don Quichotte” (“Il Sogno di Don Chisciotte”), una creazione originale dell’artista Mario Luraschi e del drammaturgo Florient Azoulay.

Altra novità è rappresenta dal premio Prix du Faubourg 24, un concorso a tempo di salto a 5 stelle caratterizzato da un solo passaggio.

Hermès, che coltiva costantemente lo spirito di trasmettere la passione e le competenze equestri anche alle generazioni più giovani, ha anche quest’anno dedicato tre classi alla competizione Talents Hermès, contraddistinta da una ventina di stelle nascenti internazionali di età inferiore ai 25 anni.

Per organizzare le tre giornate, Hermès rinnova la sua partnership con GL events, un gruppo internazionale con competenze nella pianificazione di eventi specializzato in manifestazioni equestri. Il fantino francese Michel Robert sarà invece consulente sportivo per il Saut Hermès al Grand Palais, mentre il designer tedesco Frank Rothenberger sarà ancora presente per contribuire allo sviluppo tecnico delle classi di questa edizione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *