Tra lusso e lussuria: il primo Burlesque Village italiano

In città, tra afa e lavoro, c’è chi è riuscito a creare uno spazio di divertimento soft. Il Caput Mundi International Burlesque Award, il primo Festival Nazionale dedicato all’Arte del Burlesque, è tornato in Italia nella rinomata location del Lanificio. Unici capi ammessi? Piume, paillettes e lustrini!

Migliaia di spettatori nel corso delle serate delle precedenti edizioni e follower da tutto il mondo sulle pagine social della manifestazione. Oltre centoventi artisti di calibro internazionale, tra cui Jett Adore, Vicky the Butterfly, Loulou D’vil, Medianoche, Mr Gorgeous, Janet Fischietto, Michelle l’Amour, Russell Bruner.

“Il Caput Mundi Award” – osservano gli organizzatori – “ha registrato numeri da capogiro tra guest e pubblico. È un evento unico, un festival di burlesque mai realizzato prima in Italia, per la qualità artistica della proposta e la sua connotazione internazionale”. Ideato dalla performer e producer di fama mondiale Albadoro Gala – con la direzione creativa dell’imprenditore Silvio Cossi di Sdc Service – il I Caput Mundi Summer Edition ha coinvolto tantissimi curiosi nel week appena trascorso. ‘L’edizione estiva’, spiegano gli organizzatori , “è dedicata agli artisti emergenti del burlesque e del boylesque, ed è destinata a diventare una vera e propria fucina dalla quale selezionare le nuove leve di questa affascinante arte. Al termine delle tre giornate, i vincitori della summer edition vengono ammessi di diritto alla quinta edizione del festival che si tiene ogni anno in autunno, per poter concorrere, così, all’ambito titolo di Papessa del Burlesque”.

Nello stesso spazio ha avuto luogo il Naked Girls Reading, il famoso format internazionale che coinvolge artiste impegnate nella lettura di passi tratti dalla letteratura mondiale, adorne solamente di preziosi gioielli. Durante le divertentissime performance, sono state servite delle vere chicche in fatto di pasticceria ad opera della cake designer di Torte Speciali. Maestria artigianale nel creare dolci finger food, coloratissimi e rivisitanti le migliori ricette mondiali.

A fare da eccellente contorno all’evento, anche l’area Street Food Parade, dedicata alla cultura del cibo di qualità su due ruote servito dai migliori Food Truck d’Italia, e l’area Club. Ancora poi l’imperdibile Bazar Mundi, un’area di 3000 mq, trasformata in un hub per ospitare gli artisti, collezionisti e designer. Tra gli espositori, impossibile non fermarsi ad ammirare (e lasciarsi raccontare) ogni capo di abbigliamento di scena figlio della raffinatezza artigianale di Madame de Freitas, insieme a una nuovissima collezione di prêt-à-porter.

Una mostra mercato per curiosare tra creazioni di moda, produzioni sartoriali, originali complementi d’arredo, piccola gioielleria in micro-scultura, accessori estrosi e tanto altro. Al suo interno, anche uno spazio dedicato all’esposizione e alla vendita di veicoli d’epoca su due e quattro ruote, una mostra del vinile e spazi barber in stile rigorosamente vintage. Per tutte le appassionate di abiti d’epoca, è stata allestita una suggestiva esposizione di preziose creazioni retrò della collezione Baci di Gala by Albadoro Gala, madrina del Caput Mundi Award. A curare l’iniziativa, l’eccezionale Ufficio Stampa di Emilio Sturla Furnò e Roberta Savona.

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*