Understatement… oppure no?

Vi presento il vero snobismo senza rimedio. Vip che vanno in giro in bicicletta, scarpe basse, con abitini acquistati al mercatino di quartiere e spettinate. Nessun brand riconoscibile e, se lo è, al massimo può essere un capo acquistato in magazzini stile Zara o H&M, come fa la duchessa di Windsor, nuova icona di stile… peccato che il suo voler sembrare low profile la faccia sembrare un po’ triste. In fin dei conti Kate dovrebbe rappresentare la nuova generazione di it girl, senza dimenticare che Londra è da sempre la capitale della moda giovane e nuova!

A dire il vero, a mio parere, la nuova snob è comunque l’equivalente della superaccessoriata addicted allo shopping compulsivo con SUV di ordinanza. Con la differenza che la low profile si sente culturalmente, intellettualmente e socialmente superiore (lo ammetto, mi metto nel mucchio, un po’ superiore mi sento anche io, in particolar modo davanti ad outfit esasperati ed esasperanti!).

L’understatement, visto solo come posa per apparire più alla mano, però, è quasi offensivo nei confronti di chi le proprie cose se le guadagna con fatica lavorando ed è felice di usarle e indossarle. Ci vuole un giusto mix tra il troppo ed il sottotono, altrimenti denota solo il desiderio di appartenenza ad un gruppo diversamente vip, culturalmente avanzato secondo il nuovo trend rispetto agli ignoranti nuovi ricchi… la qual cosa ha il suo perché, ma va fatta in maniera coerente con la vita che si conduce. Altrimenti si rischia come sempre di apparire quello che non si è, solo per compiacere gli altri; alla faccia del lifestyle!

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*