Vladimiro Gioia: con la collezione donna arrivano gli accessori e la linea uomo per la FW 2017-2018

Una collezione sofisticata e misteriosa descrive la donna di Vladimiro Gioia per l’Autunno/Inverno 2017/2018.

Un inno alla femminilità moderna, che si distingue per la sua personalità forte e determinata: per essere ricordata, sempre.
Il bosco con i suoi colori e la sua vita prende forma su abiti e capispalla che ti conducono in un mondo magico:  il cavallo alato, simbolo di libertà, è il protagonista di una foresta fatata e delle stampe che impreziosiscono abiti, gonne, bluse e capispalla.

Una libertà che si percepisce anche grazie ai tessuti leggeri: cady di seta, georgette, satin, tulle e file coupé di organza che donano sensualità ad ogni movimento esaltando gli ampi  volumi di gonne ed abiti.

I fiori sono un elemento importante della collezione, che rispecchiano il lato più romantico della donna che si insinua nel suo aspetto più selvaggio ed indomito: ecco quindi le stampe fiorate, che vogliono sottolineare
questa ambivalenza femminile, caratteristica immancabile per la donna Vladimiro Gioia.
Broccato, lana e pelle vanno a completare con un tocco di aggressività una collezione dai colori autunnali: nero, azzurro, rosa cipria e bordeaux. Tonalità che sono riprese negli intarsi e nei giochi geometrici dei capi in pelliccia di visone e volpe, resi preziosi anche da ricami e dettagli di tessuto e borchie, valorizzandone lo spirito rock.

La pelliccia, solida nel DNA dello stilista, viene completata da una collezione che vede la presenza per la prima volta di accessori: scarpe, stivali e borse.

Vicino alla donna Vladimiro Gioia, appare per la prima volta l’uomo; come per gli accessori, anche in questo caso si tratta di un debutto: una capsule collection di 7 capispalla in pelliccia e pelle, dalle linee asciutte e decise.
Due personalità, della donna e dell’uomo, ben distinte ma che si completano a vicenda creando una sinergia incredibile.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*