Alla Fiera internazionale di Alba ecco i bartender con i cocktail al tartufo

0
7
cocktail al tartufo

È lui l’elemento indiscusso dell’autunno, sempre, ogni anno: il tartufo. Anche quest’anno, nonostante le restrizioni dovute alla pandemia da Covid-19, la Fiera internazionale del tartufo bianco d’Alba è stata un successo. E nel corso della Fiera c’è stata una deliziosa novità, ovvero la presentazione di cocktail al tartufo.

Un’idea preziosa

Un’importante categoria, quella dei bartender ha avuto come obiettivo quello di sposare i gusti dei vini aromatizzati, in particolare del Vermouth di Torino, con il sapore inconfondibile del Tuber Magnatum Pico, attraverso ricette ufficialmente riconosciute dall’Ente Fiera.

Il progetto unisce idealmente Alba e Torino. I due prodotti di assoluta eccellenza sono riuniti in un ricercato cocktail ideato dal barman Maxim Schulte Head Bartender dell’American bar del Savoy di Londra. È così che lo storico Vermouth di Torino si fonde con il pregiato tartufo bianco di Alba con un risultato di profumi e dai sapori ricchi, avvolgenti e inebrianti. E’ una ricetta volutamente minimalista ma di grande efficacia e replicabile anche nei ristoranti. 

Ecco l’Italian Gentleman: cocktail al tartufo da sogno

A Milano intanto, Guglielmo Miriello bar manager del Ceresio 7, raccoglie l’ispirazione e propone Italian Gentleman, cocktail complesso dal profilo armonico, morbido e robusto. In questo nuovo gusto emergono le note lievemente amaricanti dei fiori di genzianella e della corteccia di china, intrecciate sapientemente a quelle del tartufo lamellato sul momento. Un’autentica chicca che solo un ingrediente polivalente come il tartufo poteva offrire.