Arab Fashion Week: Dubai si illumina con la moda mondiale

Arab Fashion

Da questa mattina fino al 20 maggio i riflettori saranno puntati solamente sulla sfarzosa Dubai, dove a sorprendere il pubblico ci penseranno le sfilate Ready-couture e Resort 2018 per la Arab Fashion Week.

Una nuova giovane edizione, è solo il quarto anno difatti, in risposta alle capitali globali che hanno sempre dettato il loro punto di vista sulla moda. Il nuovo appuntamento sarà ospitato presso il Meydan Hotel & Grandstand e sarà ufficialmente inaugurato oggi dai membri dell’Ufficio Privato di S.A., lo Sceicco Mohammed Bin Maktoum Bin Juma Al Maktoum, nonché partner primario dell’evento che prevede l’arrivo di ben 15mila visitatori, oltre a Vip e personalità del mondo industriale e accademico provenienti da tutto il mondo.

Giornate in cui si annoteranno numeri alti: 15.000 visitatori, 23 sfilate e oltre 50 designer. Dalle parole di Jacob Abrian, CEO dell’Arab Fashion Council che rappresenta ben 22 Paesi arabi, traspare grande orgoglio: “Siamo onorati di ricevere un tale riconoscimento dall’Ufficio di Sua Altezza (MBM) per i nostri continui sforzi nel supportare, coltivare e far crescere l’industria regionale della moda, alla luce del fatto che tale industria ha funzionato per secoli come traino dell’economia per alcuni dei principali Paesi esportanti al mondo”.

Un calendario ricco che prevede sia nomi di stilisti locali, sia nomi internazionali tra i più rinomati, tra i cui con una nota di orgoglio siamo felici di leggere Antonio Marras e l’intramontabile Renato Balestra che porta alta la bandiera italiana anche negli sfarzosi Emirati. Quest’ultimo è stato invitato come ospite d’onore e sfilerà in apertura della manifestazione con la nuova collezione Alta Moda Primavera/Estate. Nel parterre di Balestra, già molto conosciuto in Medio Oriente, hanno confermato la loro presenza molte principesse saudite e star dello spettacolo come Dorothy Wang.

L’altro ospite speciale è Georgina Chapman, attrice e stilista inglese, giudice permanente nel programma televisivo Project Runway All Starse fondatrice della maison Marchesa. A chiudere la kermesse ci sarà un gala dinner e un summit su invito. Fondato nel 2014 a Londra come autorità internazionale extraterritoriale da parte di un gruppo di esperti nel settore, l’Arab Fashion Council ha collaborato assiduamente con figure massime internazionali per elevare la posizione dell’Arab Fashion Week all’altezza delle altre quattro importanti settimane della moda che hanno luogo rispettivamente a New York, Londra, Milano e Parigi.

Oggi, l’Arab Fashion Week è riuscita a strappare uno dei podi massimi in fatto di moda e risulta essere davvero l’unica a promuove il Pret-à-porter e le Pre-collezioni sulla stessa passerella. Il concetto dell’evento non è dunque solo quello di promuovere il talento di 22 Paesi arabi, ma anche di permettere agli stilisti internazionali di presentare le loro collezioni in Medio Oriente. Non resta che rimanere in attesa e vedere le idee creative che saranno presentate a breve in passerella. Tutti si aspettano tantissimo da Dubai.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*