Arredamento, come pavimentare gli esterni per unire stile e funzionalità

0
54
come pavimentare gli esterni

Il terrazzo e il giardino sono elementi che conferiscono maggior pregio a ogni tipo di abitazione, soprattutto quando sono spaziosi e ampi e consentono, quindi, di poter intervenire e “giocare” con la disposizione di elementi di arredo. Tuttavia, il primo impatto visivo che abbiamo con questi spazi è rappresentato dalla pavimentazione, che ha il duplice compito di assolvere a funzioni pratiche e, al tempo stesso, catturare lo sguardo degli ospiti e creare un effetto di lusso e stile.

L’importanza dei pavimenti

Rendere accogliente il luogo dove viviamo è l’obiettivo di base di ogni intervento di ristrutturazione o arredamento, che ci aiuta a dare alla nostra casa l’aspetto che desideriamo: questo vale per gli interni, ma anche per gli spazi esterni, che non devono “sfigurare” nel confronto e mantenere alto il livello di stile, che deve essere all’altezza delle nostre aspettative.

In questo senso, il pavimento svolge un ruolo importante perché dà un colpo d’occhio importante e immediato, e negli ultimi anni sono stati fatti tanti passi avanti in questo senso: ad esempio, il catalogo di Iperceramica mostra le più recenti soluzioni di pavimentazione esterna, pensate per adattarsi ad ogni tipo di esigenza sia estetica che funzionale, con una selezione di materiali davvero ampia e sempre di indiscutibile qualità.

Come sono i pavimenti per esterno

Come è facile intuire, i prodotti pensati per pavimentare le superfici esterne alle case hanno caratteristiche specifiche e diverse da quelli per gli interni, perché la loro collocazione determina esigenze particolari determinate dalla loro collocazione.

In generale, infatti, i pavimenti per esterni sono maggiormente esposti a elementi climatici e alle intemperie, e spesso sono sottoposti a un calpestio maggiore o, addirittura, al peso di auto o altri mezzi. Per questo, bisogna scegliere dei materiali resistenti (in grado di sopportare al meglio gli sbalzi di temperatura e il gelo), drenanti (per non subire danni anche in cado di precipitazioni piuttosto abbondanti e frequenti) e inattaccabili dalle muffe (soprattutto per mattonelle per giardino, vicine alle piante e all’erba).

Se dobbiamo pavimentare balconi e terrazzi, possiamo scegliere delle tipologie che mantengano lo stile degli ambienti interni e dei loro pavimenti; discorso leggermente differente è quello relativo al giardino, dove l’estetica dell’abitazione va valutata insieme alla funzionalità del prodotto, specialmente nei casi di soluzioni per pavimenti per esterno carrabili.

Arredare un terrazzo, consigli di stile

Quando l’oggetto dell’intervento di ristrutturazione è il terrazzo, dobbiamo valutare le caratteristiche di questo ambiente e valorizzarlo: oltre ad avere una funzione estetica e ricreativa, infatti, riveste anche una funzione di carattere strutturale, perché costituisce una superficie esterna aperta che deve accogliere gli ospiti e alcune attività della famiglia.

È cruciale che il pavimento sia scelto con cura, privilegiando prodotti realizzati e rifiniti con cura, che seguono criteri costruttivi ben precisi, perché deve armonizzarsi all’unità abitativa e, al tempo stesso, risultare funzionale dal punto di vista strutturale.

I materiali giusti

La decisione principale è quella relativa al tipo di materiale da utilizzare, che deve essere di ottima qualità e assicurare sia l’isolamento del pavimento rispetto alle possibili infiltrazioni d’acqua, sia una buona resistenza ai danni che possono derivare dall’esposizione prolungata al sole e alle intemperie.

Da non trascurare è poi l’esigenza di installare una pavimentazione che abbia un impatto estetico gradevole e armonioso, capace anche di durare nel tempo: se i materiali naturali sono tornati di moda, è però nell’artificiale gres porcellanato per esterni che possiamo avere il supporto ideale.

Questo prodotto vanta caratteristiche di elevata resistenza allo stress (pressione e flessione), un buon grado di impermeabilità e, soprattutto, un bassissimo indice di assorbimento d’acqua, dimostrandosi pertanto ingelivo e di conseguenza perfetto per un utilizzo in esterno.

Inoltre, è particolarmente versatile e, grazie alla varietà di pattern, è possibile scegliere piastrelle decorate o “ispirate” ai vari effetti delle materie naturali (come legno, pietra, cotto, marmo), riprodotti in maniera più che verosimile.