Audi entro il 2025 metterà sul mercato 12 vetture completamente elettriche

Il futuro delle auto sarà sempre più elettrico e su questo ormai non vi è più dubbio alcuno. E Audi è pronta a sferrare la sua offensiva al mercato, con l’anteprima mondiale della Audi e-tron. Ebbene, entro il 2025 Audi proporrà nei principali mercati mondiali 12 vetture completamente elettriche.

Tra i modelli SUV che sono compresi nella gamma che proporrà la Casa dei quattro anelli, vi saranno la e-tron e la e-tron Sportback che debutterà nel 2019.

Secondo Peter Mertens, Membro del Board AUDI AG per lo sviluppo tecnico “Audi e-tron segna un capitolo fondamentale nella storia del nostro Brand e il punto di partenza della nostra strategia per l’elettrificazione”. Un totale di quattro piattaforme tecniche e famiglie di prodotto sono i prerequisiti per poter offrire veicoli elettrici in ogni segmento del mercato.

L’Audi e-tron e la e-tron Sportback utilizzano componenti della piattaforma modulare longitudinale Audi. Questo, assieme a numerose innovazioni soprattutto nell’ambito della propulsione, darà origine a una famiglia di prodotti e-SUV dotati di trazione quattro elettrica. Un caricamento rapido fino a 150 kW e un’elevata autonomia adatta a lunghe percorrenze sono dati di riferimento per il segmento di appartenenza.

Audi presenterà il primo membro della e-platform entro la fine del 2018: la Audi e-tron GT concept, una coupé spiccatamente sportiva, debutterà al Salone di Los Angeles. Mentre la tecnologia di questa vettura è stata sviluppata assieme a Porsche, il design e il carattere della e-tron GT concept rispecchiano inequivocabilmente il DNA Audi. Ma non finisce qui: infatti le due aziende facenti capo al Gruppo Volkswagen, hanno in ballo un altro progetto congiunto nato dalla collaborazione fra i reparti di ricerca e sviluppo delle due Case: è la Piattaforma Premium Elettrica (PPE), che sarà la base per numerose gamme di prodotto Audi con propulsione elettrica che andranno dal segmento C al segmento F. Sia i SUV sia le varianti tradizionali saranno sviluppati su questa piattaforma.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *