Azimut Yacht mostrerà i muscoli al Cannes Yachting Festival

Azimut Grande 25 Metri

I grandi appuntamenti della nautica si avvicinano e Azimut Yacht si prepara a mettere in mostra i suoi gioielli. Al Cannes Yachting Festival, mostrerà in anteprima mondiale l’Azimut S6, l’Azimut Grande 25 Metri e l’Azimut Grande 32 Metri.

Ad accompagnare i tre nuovi modelli, ci saranno altri 15 yacht provenienti da tutte le cinque collezioni del marchio (Atlantis, Magellano, S, Flybridge e Grande), dal più piccolo Azimut Atlantis 34 fino all’ammiraglia Azimut Grande 35 Metri, lo yacht che a partire dal suo debutto ha venduto già 10 unità ed è stato insignito di ben 6 premi internazionali.

Una delle protagoniste di questa edizione del Cannes Yachting Festival sarà Azimut S6, new entry della Collezione S. L’S6 è un coupé puro con vocazione sportiva, destinato a lasciare un segno nell’evoluzione della nautica grazie a livelli di efficienza mai raggiunti prima e ottenuti dall’abbinamento tra tripla propulsione Volvo Penta IPS e Carbon Tech. Le linee esterne sono state disegnate da Stefano Righini, che enfatizza ulteriormente su questo modello le finestrature a scafo tipiche degli S rendendo il profilo dello yacht immediatamente riconoscibile. Gli interni sono invece firmati da Francesco Guida, alla sua seconda collaborazione con il cantiere, il cui décor a bordo è caratterizzato da un’eleganza moderna e discreta e dai toni caldi e accoglienti.

La Collezione Grande, la più recente collezione di superyacht di Azimut, si arricchisce invece di due nuovi modelli.
Il primo, l’Azimut Grande 25 Metri, realizzato con sovrastruttura, roll-bar, hard top e specchio di poppa in Carbon-Tech, rappresenta il perfetto incontro tra charme e tecnologia. Per gli interni, il designer Achille Salvagni ha proposto un’interpretazione non convenzionale della zona living: superando la tipica distinzione fra zona divani e area pranzo, ha creato sul Main Deck un unico grande salone che, grazie a un tavolo a scomparsa, all’occorrenza può essere trasformato anche in zona pranzo. Una soluzione che mette in evidenza il carattere decisamente informale e originale di questo modello. Per la motorizzazione, la scelta è tra una coppia di Man da 1.650 hp ciascuno e due Man da 1.800 hp, per una velocità massima di 29 nodi e una velocità di crociera di 26 nodi. La voglia di esprimere una visione innovativa e di rottura è ciò che sta alla base della seconda novità della Collezione, l’Azimut Grande 32 Metri. Questo superyacht si propone infatti come un’opera di avanguardia in tutti i suoi aspetti, caratterizzata da molteplici soluzioni inedite. Peculiarità del modello sono gli spazi ampi e ariosi, sia all’interno che all’esterno. Qui il designer Stefano Righini ha voluto offrire agli ospiti, oltre a un grande beach club a poppa, un Fly di ben 70 mq suddiviso in tre aree distinte: zona pranzo, un salotto centrale e, infine, a poppa, una zona relax con vasca idromassaggio che, a scelta dell’armatore, può diventare in alternativa una seconda area lounge. All’ariosità degli spazi esterni fa da complemento la luminosità degli interni, progettati da Achille Salvagni: la suite armatoriale full beam, ad esempio, è riempita di luce, grazie alle finestrature a tutta altezza poste su entrambi i lati. La motorizzazione prevede due MTU da 2.200 mHP, che permettono di raggiungere una velocità massima di 26,5 nodi.

Marco Valle, AD di Azimut Yachts si dichiara molto fiducioso relativamente alle novità: “Stagione dopo stagione, arricchiamo la nostra offerta con nuovi modelli che spesso anticipano esigenze ancora inespresse o solo accennate. Tra gli armatori c’è un desiderio sempre più diffuso di vivere a bordo in ambienti meno formali e tuttavia mai banali. La nostra è una ricerca spinta verso un design capace di esprimere contemporaneamente eleganza e comfort, a cui accompagniamo sempre un passo in avanti in innovazione e tecnologia avanzate. È questa la cifra distintiva per la quale i nostri clienti continuano a sceglierci”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *