Baglietto vara l’elegantissimo DOM133

0
48
DOM133 Baglietto

41 metri di eleganza spettacolare per vacanze e crociere da sogno. Baglietto ha varato il DOM133, primo esemplare del nuovo motoryacht del cantiere spezzino. Sarà presentato ufficialmente al prossimo Cannes Yachting Festival che si terrà dal 6 all’11 settembre. 

Porta la firma di Stefano Vafiadis ed è in grado di fare traversate trans-oceaniche, come pure è adatto a navigazioni in acque poco profonde, in virtù del pescaggio profondo. A spingerlo ci sono due motori Caterpillar C32 permettono all’imbarcazione di raggiungere la considerevole velocità massima di 17 nodi.

Design e abitabilità davvero notevoli

il DOM133 vanta linee sono moderne e decisamente glamour. In virtù di una larghezza pari a 8,70 m, si presenta con una notevole dotazione di volumi interni che permettono soluzioni abitative inedite. Tra queste, si mette in evidenza il layout del ponte principale, concepito per garantire un flusso ottimale tra le aree interne ed esterne, valorizzando al contempo l’atmosfera conviviale.

Il salone principale dello yacht ha finestre panoramiche che si aprono lungo tutta l’altezza e permettono una grande luminosità e una naturale estensione del pozzetto di poppa. Splendido è il beach club, ormai una sorta “marchio di fabbrica” delle imbarcazioni di Baglietto, realizzato su due livelli con piscina a sfioro con fondo sollevabile, utile ad aumentare le già ampie dimensioni del pozzetto. Sul ponte prendi sole è prevista un’altra piscina.

“Il momento del varo è sempre evento di grande emozione per il cantiere e per il suo armatore, che vede finalmente concretizzarsi un sogno durato alcuni anni – commenta Fabio Ermetto, Baglietto CCO – Questo varo, però, lo è ancora di più perché si tratta di un progetto completamente nuovo che abbiamo fin qui solo immaginato. Il DOM133 è un progetto nel quale abbiamo creduto fortemente e il successo commerciale fin qui ne è dimostrazione: vederlo ora finalmente realizzato e nel suo elemento naturale è per tutti noi motivo di sicuro orgoglio”.