,

BEYOND — The Veuve Clicquot Journey by Fabrica

In occasione del 200° anniversario dell’invenzione de la table de remuage (precursore dell’attuale pupitre), che permette grazie alla rotazione di ottenere un vino puro e limpido, la Maison de Champagne Veuve Clicquot, in collaborazione con Fabrica, centro di ricerca sulla comunicazione del Gruppo Benetton, ha realizzato il progetto BEYOND — The Veuve Clicquot Journey by Fabrica.

Mostrato ai visitatori per una sola giornata nel corso della Milano Design Week 2016 presso il Padiglione Reale della Stazione Milano Centrale, BEYOND consiste in un percorso attraverso passaggi fisici e immaginari, che vanno dalla profondità degli abissi alla maestosità di un cielo stellato, passando inoltre tra le straordinarie cave di gesso della famosa regione francese della Champagne.

Valeria Righetti, Brand Manager Veuve Clicquot, ha così commento questo progetto: “La Milano Design Week è un appuntamento irrinunciabile per Veuve Clicquot. E quest’anno lo è ancora di più perché si celebra il 200° anniversario del primo gesto di design introdotto dalla Maison, l’invenzione della ‘table de remuage’, che ha rivoluzionato il mondo dello Champagne. Con l’inconfondibile twist che ci contraddistingue e grazie al team internazionale di Fabrica, che incarna perfettamente l’audacia e la creatività tipiche di Veuve Clicquot, siamo orgogliosi di poter far scoprire una grande Maison de Champagne e un luogo prezioso di Milano, in un viaggio straordinario tra storia ed emozione”.

Il viaggio di BEYOND è anche un omaggio a luoghi, situazioni e fatti storici che hanno permesso a Veuve Clicquot di diventare uno dei produttori di champagne più celebri al mondo. Il percorso dello spettatore avviene attraverso tre ambienti. IL MARE, grande protagonista nella storia del marchio, non solo nel simbolo che richiama l’ancora. Fu infatti il mare a determinare il successo della Maison in Russia, quando, nel 1814, Madame Clicquot sfidò con grande coraggio il blocco commerciale dell’epoca portando i suoi vini alla corte degli zar a San Pietroburgo. LE “CRAYÈRES”, ovvero le le cantine di gesso, un percorso di 24 km nel sottosuolo della Champagne, luogo di riposo delle bottiglie e della table de remuage. Infine le LE STELLE NEL CIELO, riferimento alla cometa che nel 1811 attraversò il cielo dellaChampagne e alla quale Madame Clicquot ne ricavò un Millesimato eccezionale, il “Vino della Cometa”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *