BRUGA Venezia: accessori sofisticati nel nome del lusso

BRUGA VENEZIA

Un brand di accessori che punta a distinguersi in modo netto. Come? Legando la tradizione e la storia alla manifattura e all’artigianalità italiana. Si chiama BRUGA Venezia ed è un brand che ha sviluppato una produzione di borse e accessori estremamente sofisticata, celebrando l’artcraft e il Made in Italy . 

L’intervista a Mattia Garavello

Per scoprirlo, abbiamo intervistato il founder del brand, Mattia Garavello, che ci ha raccontato come è nato e come si è sviluppato questo marchio di accessori moda.

Un’origine che ha il sapore della leggenda. Tutto nasce dall’estro di una gentil dama per condurci ad un brand lussuoso tra innovazione, tendenza, tradizione. Come ci raccontereste questa storia?

Bruga è la reinterpretazione in chiave  moderna e contemporanea del mondo femminile negli anni d’oro veneziani, immaginata da Gabriella Billo. Questa e solo questa signora, che trent’anni fa iniziava a creare rivelando una straordinaria capacità di associare valori senza tempo alla praticità del momento, poteva dare origine a un brand così carico di storia, fantasia e attualità.

Faccio una borsa per me – disse un giorno. E poi un’altra, e un’altra ancora. E anche una per un’amica che ha visto le mie… La nostra bella avventura era iniziata. Sono poi seguiti anni di ricerche e analisi per studiare il mercato e le sue esigenze, cosa mancava e cosa invece sarebbe stato ridondante. Cercare i fornitori giusti, impostare una strategia di penetrazione del mercato, produrre prototipi, sbagliare, correggere, testare… Siamo tutti professionisti con tanti anni di lavoro alle spalle e molti altri a venire e crediamo fermamente in questo progetto, ma non volevamo fare una cosa a caso. Ecco perché Bruga c’è da trent’anni ma esce ufficialmente adesso.

Che cosa significa e come si realizza quel 100% made in Italy, scolpito in ogni singolo dettaglio di un oggetto Bruga?

Partiamo dal logo: la maschera, simbolo di Venezia. Una scelta ponderata, perché siamo veneti, ci ispiriamo alla nostra amata terra e ad essa ci affidiamo, per garantire una qualità ineguagliabile e offrire un Made in Italy dal significato ancora più circoscritto. La maschera ha una B nel mezzo e occhi aperti a mille possibilità. Vi si possono incastonare pietre, vetri di Murano, piccole sculture di smalto… Allo stesso modo, tutti i nostri accessori sono rigorosamente artigianali e la creazione delle singole parti è affidata a maestri d’arte specializzati, che lavorano le materie prime nei propri atelier.

Artistici e pragmatici, come coniugate queste due caratteristiche nelle vostre borse, a prima vista delle vere e proprie sculture?

Le ricerche da noi effettuate prima del lancio commerciale ci hanno condotto a progettare degli accessori che potessero sfatare il luogo comune del “bello ma poco pratico” e crediamo di esserci riusciti. L’arte è tale quando la si ritrova nei più piccoli dettagli e il suo valore è tanto più alto quanto più essa è fruibile. Le borse Bruga, in tutte le loro fantasiose declinazioni, sono capienti, solide, comode da portare e dalla manifattura minuziosamente accurata. 

Così, l’aspetto artistico di questo oggetto-culto convive perfettamente con la sua capacità di giocare, in ogni momento dalla giornata, il ruolo di complice inalienabile di ogni donna.

Non solo le materie prime d’eccezione e la filosofia etica e culturale dietro il progetto Bruga. Parliamo di moda , delle vostre linee, anche qui un tuffo tra passato e ultra modernità, con le vostre linee ispirate a grandi icone femminili…

Senza una base qualitativa, etica e culturale, non avremmo nemmeno iniziato questo progetto, perché il mercato in questo settore è già piuttosto sostanzioso. Noi abbiamo deciso di giocarci la carta dell’onestà intellettuale, producendo poco ma bene. Questo si traduce in primis nella scelta dei materiali: pellami, tinture, vetro, perle, seta, pietre, cristalli… sono tutti di prima scelta, naturali, certificati e tracciabili. Inoltre, la produzione e la lavorazione dei materiali avvengono in maniera responsabile e sostenibile, rispettando la natura prima di tutto e mettendo in valore le persone addette.

La nostra visione della moda è allineata a quella della nostra creatrice, che parte dal concetto che ognuno deve poter essere libero di esprimere se stesso, anche nello stile e nel look. Una filosofia oggi quanto mai condivisibile, vista l’ampiezza delle proposte tra cui scegliere in base al gusto personale. Come in tutte le storie di creazione, poi, anche noi abbiamo le nostre muse ispiratrici: cinque donne di spessore che hanno contribuito attivamente a rendere grande Venezia nel 600 e nel 700, intrise di eleganza, immerse nella cultura e protagoniste dell’arte della Serenissima. Brigida. Rosalba. Ursula. Gaspara. Angelica. Cinque donne, cinque iniziali dei rispettivi nomi. Un acronimo derivante: BRUGA. 

E la vostra anima customer friendly? La missione dell’unicità ma anche dell’empatia con i vostri fruitori vi ha condotto ai dettagli personalizzabili?

Siamo sempre all’ascolto delle nostri clienti, pronti a soddisfare ogni richiesta. Perché la borsa è da sempre il “must have” di ogni donna e noi lo sappiamo bene. Ma sappiamo altrettanto bene che ogni donna è unica e ambisce a sottolineare questa sua unicità anche attraverso le cose che indossa. Non è solo questione di business, è anche una missione, per noi, offrire alle signore la possibilità di distinguersi. In fondo, abbiamo voluto dare a Bruga l’imprescindibile connotazione manifatturiera proprio per questo.

Come viene ideato e poi realizzato ogni pezzo per trasformarlo in opera a sé (dai materiali alla manifattura)?

Partendo dai cinque modelli base possiamo, su richiesta, mescolare materiali, colori ed elementi decorativi in migliaia di combinazioni diverse e questo si può fare proprio grazie al fatto che ogni pezzo è veramente costruito a mano. Costruito, non prodotto, perché non è frutto di un procedimento meccanico, bensì forgiato e assemblato dalle abili mani di tanti artigiani diversi. Naturalmente, come per ogni opera d’arte che si rispetti, il tempo di attesa per una personalizzazione fa parte di quelle caratteristiche di pregio che rendono l’oggetto ancora più prezioso ed esclusivo. Non essendo replicabile, ogni borsa Bruga è numerata e catalogata, oltre ad avere la possibilità di recare una targa in argento con inciso il nome della donna che la porterà. 

L’identità della donna Bruga è…

Lei vive il mondo di oggi nella sua più profonda essenza. Indipendente, moderna, grintosa e determinata, incurante dell’altrui giudizio e sicura di sé, raffinata o stravagante ma sempre unica. Allo stresso tempo però è romantica e riservata come una donna di ieri, desiderosa di celare il proprio lato più misterioso in un accessorio che cattura l’attenzione, incuriosisce gli uomini e ingelosisce le donne.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *