,

“BVLGARI, la storia, il sogno”: una mostra celebra il genio e lo stile

“BVLGARI, la storia, il sogno”

Bvlgari, una mostra per raccontarne la grandezza

Bulgari, uno dei brand più amati nel mondo del lusso, ha una storia affascinante alle proprie spalle. E proprio alla sua epopea è dedicata la mostra “BVLGARI, la storia, il sogno”aperta al pubblico dal 26 giugno al 3 novembre 2019.

Un progetto, ideato dal Polo Museale del Lazio, in collaborazione con Bvlgari, il cui percorso si snoda all’interno di due prestigiosi edifici storici di Roma, Palazzo Venezia e Castel Sant’Angelo.

Attraverso le storie della famiglia, ma anche strategie commerciali e straordinarie intuizioni creative, la mostra ripercorre le principali vicende dell’azienda dalla sua fondazione fino ai primi anni ’90, mettendo in mostra gioielli del Bvlgari e creazioni provenienti da collezioni private.

Emblema dell’antica scuola italiana di gioielleria, Bulgari è stata capace di rinnovarsi lungo il percorso della sua storia, mantenendosi inalterato il DNA del suo stile che ancora oggi è riconosciuto come unico e riconoscibile in tutto il mondo.

Il racconto, a cura di Chiara Ottaviano (storica e sociologa della comunicazione di massa) e realizzato attraverso contenuti selezionati da un comitato scientifico, si inserisce all’interno di una più ampia indagine sui fattori chiave per l’affermazione della moda e del design Made in Italy nel mondo.

Una mostra affascinante con pezzi inediti

Oltre ai gioielli della Collezione Heritage di Bvlgari, alcuni dei quali in mostra per la prima volta, vengono presentate nella nostra creazioni provenienti da esclusive collezioni private, in un percorso narrativo arricchito da documenti d’archivio inediti, foto d’epoca e filmati.

Gli abiti di alta moda provenienti dalla collezione di Cecilia Matteucci Lavarini mettono in evidenza suggestioni delle diverse epoche, tendenze e gusti storici con cui il brand si è confrontato.

Partendo dalla nascita del brand, con la sua fondazione da parte di Sotirio Bulgari (argentiere proveniente dalla Grecia che nel 1884 approdò a Roma in cerca di fortuna), “BVLGARI, la storia, il sogno” ripercorre quasi un secolo di storia della Maison, intrecciandola ad accadimenti economici, sociali e di costume, e documentandola anche attraverso il successo dei facoltosi e rinomati clienti.

I manichini Bonaveri a far da supporto alla mostra

Il concept di allestimento si fonda sull’idea di “passaggio temporale”: installazioni ad archi e scalinate diventano scenario per una rappresentazione in cui i manichini sono, al tempo stesso, spettatori e protagonisti.  75 figure dal profilo iconico e distintivo si stagliano ineffabili all’interno di magnifici spazi monumentali: sono le silhouette della collezione Schläppi 2200 che hanno reso Bonaveri il brand di riferimento nel mondo dei manichini.

Forme espressive e altere al contempo che hanno conquistato i più grandi couturier (da Yves Saint Laurent a Hubert De Givenchy…) per la loro capacità di interpretare gli stili e le epoche della moda, conferendo ad ogni abito il naturale corollario di eleganza. Per la mostra “BVLGARI, la storia, il sogno” i manichini sono stati scelti in finitura opaca e due colorazioni di grande significato scenico, oro e nero, per dare ancor maggior risalto e carattere ai gioielli e agli abiti.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *