Auto Di Lusso e Motori: supercar, luxury car, ma anche yachting per sognare

Auto Di Lusso : Ferrari, Lamborghini, Porsche, Aston Martin, ma anche i SUV più eleganti e le grandi berline che regalano atmosfere da sogno. Tutte le novità del mercato del settore, i grandi Saloni internazionali dell’automotive e i nostri test drive per offrirvi una prospettiva su quello che rappresenta un mondo davvero interessante. Ma un grande spazio lo dedichiamo anche al mondo della nautica, con i Saloni europei e le grandi anteprime dai più importanti Cantieri dello yachting nazionale ed internazionali, per presentarvi gli yacht più incredibili e lussuosi del pianeta!

Partito il Grande Giro Lamborghini 50° Anniversario

E’ partito stamattina alle 10 da Piazza Castello a Milano,  il Grande Giro Lamborghini 50° Anniversario, il più grande raduno di sempre della Casa del Toro, organizzato per celebrare i 50 anni della Casa di Sant’Agata Bolognese: una carovana di straordinari esemplari lungo circa 4 km per un totale di 190.000 cavalli su strada. Sono 350 le auto (320 gli iscritti e circa 30 le courtesy car per stampa e ospiti) che vi prendono parte, con relativi pilota e co-pilota, per un totale di 700 persone.

Sono 29 le nazioni di provenienza degli iscritti, giunti in Italia per festeggiare il 50° compleanno della Casa emiliana.
La rappresentanza di partecipanti al Grande Giro Lamborghini più corposa è quella proveniente dal Regno Unito, con 71 macchine. Seguono Italia, Germania e Svizzera, con oltre 30 auto ciascuna. A queste si aggiungono 21 auto targate USA e 17 cinesi. Gli altri Paesi rappresentati sono: Australia, Austria, Belgio, Canada, Francia, Hong Kong, Indonesia, Irlanda, Giappone, Kuwait, Libano, Liechtenstein, Lussemburgo, Nuova Zelanda, Norvegia, Portogallo, Principato di Monaco, Singapore, Corea del Sud, Taiwan, Olanda,
Tunisia, Ucraina. Il conducente più giovane rappresenta la classe 1991 ed è arrivato dal Kuwait, mentre il più anziano ha 75 anni ed è di nazionalità francese.

Tra le automobili storiche della Casa del Toro, che seguiranno il percorso, sono iscritte 3 350GT, 5 400 GT, 17 Miura, 8 Espada, 2 Jarama, 6 Urraco, 15 Countach, 1 LM 002, 21 Diablo, 36 Murcielago. Il numero record di auto iscritte spetta invece alla Gallardo, il modello Lamborghini di maggior successo di sempre, con 123 vetture registrate tra i partecipanti.

Pininfarina firma gli interni dello Schaefer 800

In occasione del Rio Boat Show 2013 (che inizia domani, 25 aprile, e termina il  1° maggio), verrà presentato al mondo lo Schaefer 800, nato dalla collaborazione tra il costruttore navale brasiliano Schaefer e Pininfarina. Uno di yacht 80 piedi di cui l’azienda piemontese ha curato il design degli interni. 

Si tratta della seconda esperienza per Pininfarina con il costruttore Schaefer. Infatti, arriva dopo il successo del Phantom 620. Lo Schaefer 800 è  il più grande yacht progettato fino ad ora in Brasile. Il design è caratterizzato da linee pulite e da un carattere chiaramente sportivo. Gli ampi spazi interni, rendono la navigazione a cinque stelle: un vero e proprio gioiello della nautica che, oltre a garantire ambienti sofisticati sia dal punto di vista del design che della scelta dei materiali, prevede anche la possibilità di personalizzare alcuni elementi per rendere lo yacht unico per ogni proprietario.

La collaborazione con Marcio Schaefer ed il suo team ci ha dato grandi soddisfazioni  – dichiara Paolo Pininfarina, Presidente del gruppo Pininfarina. – Presentiamo quindi con orgoglio lo Schaefer 800, sintesi di design sportivo e di grandi prestazioni. Siamo convinti che verrà accolto con entusiasmo dal mercato brasiliano nel quale stiamo lavorando da anni con successo e speriamo di essere ancora più attivi in futuro”.

La Pininfarina unisce sportività, eleganza e design rendendo ogni progetto unico – afferma Marcio Schaefer, Presidente di Schaefer Yachts. –  Lavorare con Pininfarina è gratificante sia dal punto di vista dell’ampiezza di visione che per la loro grande esperienza nel design”.

Lamborghini presenta la Aventador LP 720-4 50° Anniversario

 

Ce l’aspettavamo da un momento all’altro. Lamborghini ha atteso il Salone di Shangai per togliere il velo dal suo modello di eccellenza, destinato a diventare l’emblema del cinquantenario della Casa di Sant’Agata Bolognese. Si chiama Lamborghini Aventador LP 720-4 50° Anniversario, una serie limitata e numerata: solo 100 unità in tutto il mondo. A sottolinearne l’esclusività, ogni esemplare avrà all’interno una targa in materiale Forged Composite® che non solo riporterà il logo ufficiale del 50° Anniversario ma anche il numero progressivo della vettura. Con la potenza portata a 720 Cv, una riprogettazione dell’anteriore e del posteriore della vettura orientato a un aumento delle prestazioni, una verniciatura speciale e un allestimento degli interni assolutamente unico, questa Aventador è uno dei modelli più esclusivi mai prodotti nella storia di Lamborghini.

Grazie alle sue caratteristiche è ora il top di gamma della Casa del Toro. La monoscocca in fibra di carbonio, il motore 12 cilindri e la trazione integrale permanente, che si è affermata come un successo globale, la rendono unica. Il V12 da 6,5 litri della Aventador LP 720-4 50° Anniversario è 20 Cv più potente della versione montata sulla Aventador LP700-4, risultato possibile grazie a nuove specifiche tarature del motore. L’accelerazione 0-100 km/h si ottiene in soli 2,9 secondi mentre la velocità massima raggiunge i 350 km/h. L’anteriore e l’intero retrotreno della 50° Anniversario sono stati ridisegnati con particolare attenzione all’ottimizzazione dell’aerodinamica. Le prese d’aria anteriori e il doppio spoiler sono stati allargati ed estesi, e sono ora affiancati da piccoli flap.

Il posteriore è completamente rinnovato e mette in mostra sia un estrattore più grande che un sistema di sfoghi rivisto con per aumentare la ventilazione del vano motore. Il risultato è che, paragonata alla Aventador LP700-4, la versione 50° Anniversario ha un’efficienza aerodinamica migliorata del 50%.

Anche la verniciatura della 50° Anniversario è una completa novità: denominata Giallo Maggio, è un tributo al colore più scelto dai clienti Lamborghini fin dai tempi della Miura; inoltre, nel nome è richiamato anche il mese in cui fu fondata Automobili Lamborghini, appunto il Maggio del 1963. La composizione della vernice include uno strato di particelle trasparenti altamente riflettenti che fanno sì che la Aventador brilli letteralmente, specialmente quando è illuminata dal sole. L’anteriore e il posteriore, così come le zone sottoporta, mostrano una colorazione bi-tono in Giallo Maggio e nero opaco che enfatizza le linee filanti della vettura e si abbina con i cerchi in nero lucidato. Gli splendidi interni della Aventador LP 720-4 50° Anniversario sono ricoperti con pelle semianilinica raffinata e naturale. I colori degli interni sono ispirati alla regione da sempre sede di Lamborghini, l’Emilia Romagna: il Nero Ade si abbina al Terra Emilia, una sfumatura del marrone che ricorda il colore della terra della regione, in un abbinamento che sottolinea il posizionamento esclusivo di questo modello. In alternativa gli interni sono disponibili anche nella colorazione Giallo Quercus. La denominazione di questo colore si ispira all’albero di quercia giallo che appare nello stemma araldico della città di Sant’Agata Bolognese.

All’Auto Show di Shanghai 2013 Lamborghini presenta anche la Gallardo LP 560-2 50° Anniversario. Verniciata in Bianco Opalis ha caratteristiche esclusive come l’alettone posteriore in fibra di carbonio della Gallardo Superleggera e il cofano motore trasparente.

Maserati svela al mondo la nuova Ghibli

Era attesissima e le prime immagini fanno capire quanto le aspettative fossero lecite. Maserati ha svelato in anteprima la nuova Ghibli, che debutterà al salone di Shangai alla fine del mese di aprile.

Una berlina quattroporte alto di gamma che è destinata ad avere un ruolo importante nei piani della Casa del Tritone. Avrà un carattere decisamente più sportivo rispetto alla Quattroporte e sarà disponibile in due motorizzazioni V6 sovralimentate da 3.0 litri, cambio automatico a 8 velocità e si potrà scegliere tra la trazione posteriore e il nuovo sistema a trazione integrale chiamato Q4.

Sarà la prima V6 turbodiesel da 3.0 litri nella storia di Maserati.

Nuova Range Rover Sport

“La più veloce, agile e reattiva Land Rover mai prodotta”. Così la Casa inglese descrive la nuova Range Rover Sport, presentata nelle scorse ore sulla Skyline di Manhattan. Sviluppata insieme alla Nuova Range Rover, la Sport vanta la miglior dinamica su strada del marchio, oltre a prestazioni off road semplicemente mostruose. Ha un design deciso e vigoroso, mentre gli interni, come da tradizione sono assolutamente lussuosi e versatili, grazie anche alla possibilità di ricorrere alla configurazione 5+2. E’ possibile un’ampia gamma di personalizzazioni ed è possibile scegliere il meraviglioso cerchio “Viper’s Nest”, offerto per la prima volta su tutte le Range Rover.

La dinamica di guida è migliorata rispetto al già eccellente modello precedente, ma è anche più confortevole e raffinata, grazie anche alle sospensioni indipendenti in alluminio, a doppi bracci oscillanti anteriori e multilink posteriori.

Al lancio sono disponibili quattro motorizzazioni, due benzina  e due diesel. Per quanto riguarda le prime, entrambi propulsori sono sovralimentati: V8 5.0 litri da 510 cavalli e il nuovo V 3.0 da 340 cv. I diesel a disposizione sono invece il 3.0 TDV6 da 258 cv e il SDV6 da 292 cv. Nel corso dell’anno arriverà sul mercato anche il diesel ad alte prestazioni 4.4 SDV8 da 339 cv. Tutte le motorizzazioni sono associate alla trasmissione ZF 8HP70 a 8 rapporti. Nonostante la mole e la potenza, i consumi si sono ridotti del 24%, mentre le emissioni di anidride carbonica sono scese ad un minimo di 194 g/km.

La nuova Range Rover Sport, sarà in vendita a partire dal terzo trimestre 2013.

XL1, la Volkswagen da 0.9 km/l

Sembrava impossibile anche solo da pensare, invece, la XL1 di Volkswagen è destinata a diventare una realtà. Le è sufficiente meno di un litro di carburante per percorrere 100 chilometri, per la precisione 0.9 litri e per questo, con ogni probabilità è destinata a portare ad una rivoluzione. La Casa tedesca la produrrà in serie nello stabilimento di Osnabrück e lo farà seguendo una lavorazione artigianale. Sarà la vettura più economica del mondo, grazie al sistema ibrido plug-in che le garantisce 50 chilometri di autonomia in modalità esclusivamente elettrica. La due posti XL1 segue le linee guida delle auto sportive, ovvero, un bassissimo peso (appena 795 kg), un’aerodinamica perfetta (Cx 0,189) e un baricentro bassissimo (è alta appena 1.153 mm). Sotto una carrozzeria realizzata con materiali leggerissimi e ovviamente hi-tech (struttura monoscocca e particolari in fibra di carbonio rinforzata), si nasconde un propulsore TDI a due cilindri da 48 cavalli, un motore elettrico da 27, un cambio a doppia frizione a 7 rapporti (DSG) e una batteria agli ioni di litio, che permettono alla XL1 di emettere appena 21 g/km di CO2.ed anche le prestazioni sono di tutto rispetto: 160 km/h di velocità massima e uno scatto 0-100 km/h in 12,7 secondi.

Jolly Roger by Benetti: bolide del mare

Quando a settembre delle scorso anno, in occasione del Monaco Yacht Show 2012, la Benetti ha lanciato il progetto Benetti Design Innovation, design dei fama internazionale si sono messi all’opera per creare concept rivoluzionari per imbarcazioni custom dai 50 agli oltre 90 metri. Tra i 27 presentati, certamente il Jolly Roger disegnato da Ludovica+Roberto Palomba è certamente tra quelli che hanno destato maggiore attenzione. 65 metri e un carattere decisamente dinamico ma nel quale l’eleganza riveste un ruolo di primo piano nell’immagine globale. I ponti sono sorretti da un sistema di nervature che ne alleggeriscono il volume e permettono l’inserimento di ampie vetrate, reinterpretando l’elemento delle potenze tipico di Benetti. Il ponte di prua è uno spazio tutto da vivere. Siamo partiti dall’idea di ‘bolide del mare’, aristocratico e futurista. Un dna automobilistico che si legge nelle strutture: liberando i ponti da ingombri visivi, si crea un rapporto diretto con la natura e il mare. L’armatore ha un intero piano a sua disposizione sul deck più alto, posizione privilegiata che gli consente anche di guardare il cielo grazie ad una copertura mobile. Infine, grandi vetrate e un lungo ponte, come una terrazza sospesa sull’acqua”, dicono i creatori di questo gioiello del mare.

Per i 100 anni Aston Martin si regala una Centenary Edition

Aston Martin è un marchio che da sempre è sinonimo di esclusività. Sì, James Bond ha contribuito a renderla famosa in tutto il mondo, ma la realtà è che queste sono auto che da sempre riscuotono nel mondo un consenso che raramente si può vantare. Chi ha un’Aston non vuole altre auto: non c’è Ferrari o Lamborghini che tenga. Il 2013 è per la Casa inglese un anno importante, poiché ricorre il centesimo anniversario della sua fondazione. E per festeggiare, da Gaydon uscirà una serie numerata in soli 100 esemplari numerati, per ciascuna delle linee di prodotto: V8 Vantage, DB9, Rapide e Vanquish. Ogni ‘Centenary Edition’ è unica, caratterizzata – oltre che dalla numerazione incisa nelle placche battitacco – da una verniciatura specifica che richiede un totale di 50 ore di lavoro, oltre a fregi in argento e specifici badge della marca con elementi in vero smalto.
”Il centenario della Aston Martin – ha dichiarato Ulrich Bez, CEO dell’Azienda – è una grande occasione per la nostra azienda, i nostri clienti i nostri fan in tutto il mondo. È corretto che in questo ambito siano state sviluppate queste eccezionali ‘Centenary Edition’ che, sono sicuro, diventeranno rapidamente auto altamente desiderabili e ricercate”.
Bez ha poi aggiunto: ”La possibilità di possedere e godere di uno splendido pezzo del patrimonio Aston Martin è resa ancora più esclusiva dal fatto che stiamo limitando a 100 il numero versioni speciali per ogni linea di modello. So per certo che gli appassionati del marchio di tutto il mondo sono ansiosi di garantirsi in fretta l’acquisto del loro modello celebrativo”. Ogni Aston celebrativa, verrà consegnata ai clienti con uno speciale cofanetto che conterrà due chiavi in vetro, due portachiavi eseguiti con la stessa pelle della tappezzeria scelta per l’esemplare, una coppia di gemelli in argento con il logo Aston Martin, una penna a sfera in argento massiccio e una cuffia hi-fi di alta qualità Bang & Olufsen.

Ferretti lancia la sua nuova ammiraglia

La celebre casa nautica Ferretti ha mostrato al mondo la sua ultima incredibile creatura: il Ferretti 960, la più grande imbarcazione da diporto planante che l’azienda italiana abbia mai realizzato. Un profilo filante degno di una fuoriserie di Maranello, prestazioni ai vertici della categoria e ottimizzazione degli spazi interni ed esterni. Il tutto in 96 piedi. Realizzato in collaborazione con lo Studio Zuccon International Project, AYT- Advanced Yacht Technology, e il team di architetti e designer del Centro Stile Ferrettigroup, rispetto alla precedente ammiraglia ha mantenuto il disegno dello scafo e le linee d’acqua, dimostrando con pieno merito di esserne l’erede diretto. Grazie ai 29,2 metri di lunghezza fuori tutto e ai 23,98 di lunghezza di costruzione, offre un’abitabilità da record. Cinque ampie cabine, di cui ben quattro riservate agli ospiti sul ponte inferiore e l’armatoriale e pruavia su ponte di coperta, oltre a tre riservate all’equipaggio con accesso alle cucine, completano il layout dell’abitabilità. Il flybridge ha spazi enormi a disposizione ed è stato pensato anche per divenire esclusivamente un’ala relax. Sottocoperta, le ampie vetrate assicurano una visibilità eccezionale all’interno delle cabine per gli ospiti. Sono previste 3 differenti motorizzazioni: la standard, con due motori 16V 2000 M84 che erogano una potenza i 2.218 mhp e le permettono di raggiungere i 27,5 nodi di velocità di punta e 24 di crociera. Le due motorizzazioni opzionali prevedono rispettivamente una coppia di motori 16V M93 dalla potenza di 2.435 mhp, oppure due motori 16V M94 alla potenza di 2.638 mhp. Con la prima, la velocità di punta può toccare i 29 nodi, e 25 di crociera. Con quella più potente, Ferretti 960 RPH può raggiungere i 31 nodi di velocità di punta e i 27 di crociera (dati preliminari). Il primo esemplare è in costruzione presso lo stabilimento produttivo del gruppo a Cattolica e sarà lanciato ufficialmente nella primavera del 2013.