,

Chanel: “METIERS D’ART PARIS IN ROME 2015/16”

Per la collezione “Métiers d’Art Paris a Roma 2015/16”, Chanel ha presentato una nuova linea esclusiva di borse in pelle ultra-morbide.

Karl Lagerfeld ha unito il fascino del cinema italiano con la tipica eleganza francese utilizzando la passerella di Cinecittà a Roma, nel leggendario Teatro 5, il preferito di Federico Fellini, caratterizzato dal N°5 icona di Chanel. Per accompagnare le forme delle modelle, lo stilista ha creato una linea di borse che comprende le iconiche, le Boy Chanel e modelli ispirati alla settima dell’arte. Un taglio di pelle di vitello tra i più preziosi, possiede qualità eccezionali e una perfezione assoluta. Per rispettare l’aspetto flawlessness, gli atelier Chanel utilizzano le loro competenze ultra tecniche sul trattamento delle pelli. Per questo vengono impiegati metodi meno invasivi possibili per preservare la nobiltà del cuoio.

In questa nuova collezione, l’iconica handbag è stata completamente reinventata. Emana un fascino che è al tempo stesso chic e minimalista, con la modernità naturale e ricercata.

I nuovi modelli sono presentati contando su una gamma di colori senza tempo: in nero, beige, marrone, blu o pelle bordeaux, alcuni modelli sono impreziositi da medaglioni.

La collezione presenta come punto focale “Il Quadrato Chanel”, una borsa quadrata ultra femminile con una raffinata tracolla a catena ornata di chiusura ottagonale o a doppia C. Disponibile in tre misure e in vari materiali – pelle d’agnello matelassé o ricamata, pitone, lucertola o tweed – la borsa Il Quadrato Chanel è realizzata in una ricca varietà di colori autunnali ed è in linea con il connubio tra funzionalità ed estetica così caro alla Maison. La borsa Boy Chanel viene rivisitata in velluto con motivo herringbone o in pelle bicolore, mentre l’iconica borsa è realizzata in tweed rosa o ricamata con perle e strass.

Come sempre per la maison parigina, la praticità risiede in un dettaglio invisibile: una tasca con chiusura a zip nascosta sotto il risvolto di ogni pochette. Infine, con l’umorismo che lo contraddistingue, Karl Lagerfeld si appropria del principale simbolo del mondo della cinematografia, la macchina da presa: realizzata in resina nera, talvolta illuminata da un obiettivo di strass, nasconde all’interno una lunga tracolla in pelle che si srotola proprio come la pellicola di un film. La nuova linea di borse in pelle morbida è già disponibile nelle boutique italiane da giugno 2016.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *