Come indossare i jeans in questa primavera?

Fabrizia Spinelli

Jeans, un must sempreverde

Il jeans è uno dei tessuti preferiti durante la primavera. Ma, la domanda è legittima, come indossare i jeans? Quando è il momento ideale? E la circostanza migliore? I jeans sono presenti nei guardaroba di tutte le donne (e degli uomini), di qualsiasi età: sembrano essere davvero un capo intramontabile.

Comodi e versatili, si prestano a qualsiasi look, da quello più sportivo alle serate super glam. E guardando sul web, sui social network come Instagram ad esempio, si nota come ultimamente si registra un boom di foto con outfit costruiti intorno a questi pantaloni, complice anche la notizia della riquotazione in borsa di uno dei principali produttori al mondo di questo capo.

Nei negozi e online se ne trovano di qualsiasi genere, regular, skinny, bootcut, boyfriend, a vita alta o bassa, strappati, colorati o con applicazioni. Ma come si fa a scegliere, il modello più adatto alla nostra persona?  A questa domanda, rispondono le imprenditrici digitali di The Fashion Mob, progetto nato dall’unione di Francesca Romana Capizzi, Ida Galati, Nadia La Bella e Fabrizia Spinelli, quattro donne con gusti e età diverse, dai 32 ai 53 anni, che condividono la passione per la moda e che amano raccontare la loro quotidianità e i loro pensieri attraverso il linguaggio diretto dei social.

Come indossare i jeans a primavera e non solo

Vanno bene quasi con tutto, ma occorre seguire questi semplici consigli per esaltare il proprio look.

  • I modelli di maggior tendenza per la prossima primavera sono quelli skinny e quelli a campana, o flared bell bottom jeans. Ricordate, però che i pantaloni molto aderenti mettono impietosamente in evidenza eventuali difetti di ginocchia e polpacci, e non stanno bene a tutte le fisicità.
  • Gli skinny donano sia alle alte sia alle donne più minute. In questo caso, però, fate attenzione che il pantalone sia lungo fino al malleolo.
  • I jeans a campana slanciano molto più di quello che crediate, regalando quella manciata di centimetri in più che avreste tanto voluto. Provatelo con una camicia bianca asimmetrica, una cinta colorata in vita o un marsupio.
  • La vita alta, non è solo ultra-trendy, ma è anche amica della silhouette: contiene pancia e fianchi e crea l’illusione ottica di allungare le gambe! Sono, inoltre, disponibili anche dei modelli push up e modellanti, per un vitino da vesta e un lato B da urlo!
  • Per chi ha un sedere poco generoso e vorrebbe avere più volume e forme più morbide, il consiglio è di scegliere modelli a vita bassa, con tasche posteriori lavorate, magari impreziositi da piccole cerniere, o con disegni colorati, che partano proprio dal lato B, per proseguire scendendo lungo le gambe. Modelli colorati, divertenti e originali, che creeranno l’illusione di un posteriore più pronunciato.
  • Il binomio jeans e decolleté continua ad essere di gran tendenza, oltre che incredibilmente sensuale. Per valorizzare questo outfit, scegliete dei pantaloni dai dettagli originali e ricercati, come piercing, borchie e cristalli Swarovski.
  • Tacchi alti e colorati sono perfetti indossati anche con il denim ultra-chiaro, must have della prossima stagione.
  • Se siete alte o, comunque, avete una fisicità slanciata, abbinate i jeans anche a ballerine, ma a punta e super trendy, o a sneakers a fiori e dai colori fluo.

“I jeans possono essere parte integrante di outfit glamour e divertenti, perfetti per sdrammatizzare, magari, una giacca fin troppo appariscente o accessori molto importanti. – Ha commentato Barbara Molinario, esperta di bon ton e tendenze. – Questo, però, non vuol dire che si possano indossare in ogni occasione, ignorando completamente tutte le regole del galateo! Ad esempio, sono banditi da matrimoni e cerimonie importanti. Possiamo, però, indossarli per cene, anche eleganti, e serate particolari, purché non si tratti di modelli casual. In questo caso, però, è indispensabile giocare con gli accessori, scegliendo un tacco alto e dei gioielli ricercati”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *