Come organizzare una festa perfetta: i consigli top!

I motivi per organizzare una festa sono davvero tanti, soprattutto in questo periodo: Halloween, Natale, capodanno, Epifania, ma anche compleanni o semplice voglia di divertirsi e far divertire. Per riuscire in questo intento però, bisogna essere ben organizzati, l’improvvisazione è meglio lasciarla ai comici, non è consigliata ai Party Planner o a chi, anche solo per una volta, ne fa le veci.

Come, dove e quando

Prima di iniziare bisogna capire qual è l’occasione, se ne esiste una, e pensare ad un dress code adatto da comunicare agli invitati così da non mettere in imbarazzo nessuno: scene in cui sono tutti in abito scuro e uno degli invitati si presenta in jeans sono assolutamente da evitare. Nel caso non ci sia un reale evento da festeggiare, ci si potrà concentrare su un tema che sarà il filo conduttore della serata. Una volta scelti tema e dress code ci si dovrà concentrare sulla location, che potrà essere anche la propria casa se questa lo permette, altrimenti si potrà affittare una sala, ricordandosi che i prezzi per una serata variano da 100 alle svariate migliaia di euro se si desidera una villa di prestigio o comunque un luogo di lusso. Questi luoghi inoltre hanno spesso un’agenda piuttosto fitta, quindi è bene prenotarsi per tempo e non arrivare con l’acqua alla gola, sperando di trovare un buco a pochi giorni dall’evento.

Buon cibo e degustazioni

Oltre alle solite cose da bere come acqua e bibite, un consiglio è quello di dare un tocco glamour dedicando una parte della sala a delle degustazioni. Assaggi di ricette provenienti da paesi lontani o nostrane, con l’indicazione dell’origine di tali prelibatezze, ed ovviamente una parte dedicata a degustazioni di birre artigianali o vini pregiati. In Italia la cultura del buon vino è particolarmente apprezzata, ma anche gli stranieri sanno riconoscere la qualità. Per far questo ci si potrà affidare a dei professionisti del settore, anche solo per alcuni consigli sulla tipologia di vino o su quali cibi associare; un esempio è Montemaggio, una fattoria nell’entroterra toscano che produce un vero e proprio nettare, adatto a soddisfare anche i palati più esigenti. Un bel tocco di originalità inoltre sarebbe l’aggiunta di una degustazione di thè. In questo caso bisogna procurarsi degli infusori adatti a mantenere l’acqua calda al punto giusto e diverse ciotole con aromi e fragranze di thè differenti. Se ci fosse poi un servizio catering abbastanza esperto da suggerire le varie combinazioni di ciò che si metterà a disposizione degli ospiti, la parte relativa a cibo e bevande sarebbe risolta.

Ad ognuno il suo spazio

Un altro suggerimento è quello di dividere le aree dedicate agli ospiti: se da un lato ci sarà il cibo, è bene avere un’ala in cui la gente possa ballare o anche solo ascoltare la musica, ed almeno un’altra area in cui si possa fare conversazione in tranquillità, senza dover urlare per sovrastare altri suoni. Sia qui che nella zona in cui sarà servito il cibo, è consigliabile disporre dei tavoli e soprattutto assicurarsi che ci siano abbastanza posti a sedere per non lasciare nessuno scontento o in piedi troppo a lungo. Infine anche se non a tutti fa piacere la cosa, bisogna ricordarsi che la gente fuma. A questo proposito sarebbe il caso di predisporre da subito un’area esterna, comoda anche per chi vuole solo una boccata d’aria fresca. Che si tratti di una terrazza o di un giardino, anche qui saranno sicuramente gradite delle postazioni per sedersi e soprattutto dei posacenere, per evitare di trovarsi un tappeto di mozziconi a terra o per garantirsi che nessuno getti nulla di sotto. A questo proposito, soprattutto se la zona è spesso sottoposta al vento, per una questione di pulizia e sicurezza è bene utilizzare dei posacenere da esterno, che eviteranno lo spargersi del contenuto, soprattutto di pericolosi residui ancora accesi.

Giochi e intrattenimento

Anche nelle feste più esclusive si possono organizzare dei momenti ludici, che si tratti di uno spettacolo o di un gioco che possa coinvolgere i presenti, a molti piace l’idea di avere qualcosa da fare o a cui pensare, anche solo per avere un argomento di conversazione tra persone che non si conoscono. Questo creerà coesione tra gli invitati che potranno defilarsi nelle varie aree predisposte, se non interessati, oppure partecipare e fare gruppo. Uno dei giochi più apprezzati da ogni fascia d’età e di estrazione, è sicuramente il modello della cena con delitto, che può essere proposto senza nessun impedimento anche durante una festa. Anzi, questo tipo di format permette di coniugare intrattenimento e tempo libero per i presenti, ed ogni parte del gioco potrà intervallarsi con della buona musica suonata dal vivo.

Pulizia e igiene

Infine, attenti alla pulizia e all’igiene. Soprattutto se gli invitati sono molti, sarà facile che si crei disordine. I tavoli potranno essere presi d’assalto per appoggiare piatti sporchi, nella zona del buffet potranno venire a mancare bicchieri e posate pulite lasciando invece spazio a una montagna di piatti utilizzati, sicuramente poco invitanti. Per non parlare di posacenere colmi e bagni in pessime condizioni. Assumere qualcuno che badi alla pulizia durante il corso della serata potrà permettere all’anfitrione di godersi il frutto delle sue fatiche e dell’organizzazione, senza inutili ansie o pensieri.

 

 

 

 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*