Ecoluxury Fair 2023, il digital detox è la nuova tendenza per i viaggi di lusso

0
100
Ecoluxury Fair 2023

Si è concluso a Roma, l’Ecoluxury Fair 2023, Forum su “turismo & sostenibilità” che ha messo a confronto esponenti del mondo turistico, accademico ed istituzionale su tematiche di grande interesse per il comparto.

Dall’evento è emerso che il turismo è condizionato sempre più da una ricerca della sostenibilità. Sono in crescita i numeri che mettono in evidenza nuova tendenza nei viaggi: il turismo di alta gamma è sempre più etico, sostenibile, culturale e inclusivo e i viaggiatori sono disposti a spendere fino al 30% in più per sostenere le comunità più emarginate.

“Le statistiche ci dicono che i viaggiatori del target di alta gamma sono pronti a spendere di più nella scelta fra un prodotto tradizionale ed uno sostenibile” spiega Enrico Ducrot, ceo di Viaggi dell’Elefante e patron di Ecoluxury Fair 2023. “Dobbiamo lavorare nella catena dell’offerta del prodotto spiegando i benefici prodotti per le comunità locali in quanto il cliente vuole poi verificare la destinazione di quel 10, 20, 30% pagato in più. Il lusso e l’alta gamma in generale, possono svolgere veramente un ruolo di laboratorio per sviluppare questi standard e aiutare sempre più le imprese ad elevare la propria qualità e a mantenere la propria autenticità”.

Un viaggio di lusso? È in digital detox…

Una tendenza che affascina quella del digital detox. Yoga, passeggiate in silenzio, attività creative come pittura e piccolo artigianato: il nuovo trend della Travel Industry è la vacanza “sconnessa” dal mondo per riconnettersi con sé stessi. Un lusso straordinario, anche se non si direbbe e non si dà per scontato.

Essere “off line” è un lusso per pochi e anche il settore turistico si sta sempre più allineando a questa domanda, offrendo proposte in linea con spazi e tempi liberi dalla tecnologia per riconnettersi con sé stessi e con l’ambiente circostante. Il mercato del benessere e della cosiddetta “mental wellness” è esponenzialmente in crescita: sempre più persone mettono il benessere fisico e mentale in cima alla lista delle loro priorità, nella vita e in vacanza. Se nel 2020 il mercato del benessere valeva 720 Bilioni di dollari, nel 2025 si prevede un valore di oltre 1,3 Trilioni di dollari (dati Fitt Insider). 

Un crescente numero di aziende decide di investire nel settore benessere, evolvendo così anche il concetto di “vacanza di lusso” che diventa oggi senza connessioni, lontano da smartphone e pc, senza wifi, e in piena riconnessione con la natura e lo spazio che ci circonda. I dati, d’altro canto, sono chiarissimi: i viaggi maggiormente in trend per i prossimi anni saranno per il 44% soggiorni spirituali, 36% benessere sperimentale, 40% riti del silenzio.