Ferrari SF90 XX Stradale e SF90 XX Spider: semplicemente supercar

0
130
Ferrari SF90 XX Stradale

La Ferrari è la supercar per eccellenza e le ultime due creazioni sono emblematiche in tal senso. La Ferrari SF90 XX Stradale e la SF90 XX Spider sono state presentate ufficialmente ed entrano di diritto nell’Olimpo delle auto più belle del mondo.

Sono le prime stradali del programma XX e sono ovviamente in edizione limitata. La Ferrari SF90 XX Stradale sarà prodotta in 799 esemplari, mentre la Spider in appena 599.

Ferrari SF90 XX Stradale

Ferrari SF90 XX Stradale: il design è spaziale

Osservando le foto in questa pagina impossibile non pensare “voglio averla”. La Ferrari SF90 XX Stradale è bella, anzi bellissima. È la versione più estrema della SF90 Stradale, ma la concezione, anche del design, è quella di un’auto da pista, con l’omologazione su strada.

Disegnata dal Centro Stile Ferrari, presenta un design incisivo e radicale, che punta a renderla assolutamente estrema. La SF90 XX Stradale vanta codici stilistici che vogliono fare emergere l’idea che è nata per prestazioni super, pur mantenendo la pulizia formale della progenitrice; di qui la scelta di non dissimulare prese e sfoghi d’aria, che fanno parte del lessico tipico delle auto da corsa. Su questa vettura, le soluzioni tecniche diventano elementi ben precisi: le tre branchie presenti sul parafango anteriore e su quello posteriore della SF90 XX Stradale sono stilemi tipici del codice Ferrari, che identificano le supercar con la “S” maiuscola.

A colpire l’occhio è l’ala fissa al posteriore, che regala un’immagine più voluminosa della coda, rivisitato per favorirne l’aerodinamicità; spiccano anche le prese d’aria per gli intercooler crescono di dimensioni e convogliano l’aria verso le masse radianti con più efficienza.

Ferrari SF90 XX Stradale

Il tratto distintivo del frontale è rappresentato da due imponenti profili alari che dominano gli ingressi d’aria, mentre il posteriore è caratterizzato dalla coda a forma di trimarano, che incorpora anche i due scarichi centrali.

Gli interni della Stradale

L’abitacolo è stato concepito per esaltare le ambizioni e la concezione racing della SF90 XX Stradale. Le aree su cui ciò è enfatizzato sono i pannelli porta, i tunnel e i tappeti, semplificati dal punto di vista formale e materico, privilegiando tessuti tecnici e, nelle parti funzionali, ovviamente, la fibra di carbonio. La parte superiore della plancia è in Alcantara®, mentre la zona inferiore è stata trattata con un tessuto tecnico. Entrambe le sellature sono ispirate al mondo delle corse. In particolare, è presente un sedile racing specifico, con struttura tubolare in fibra di carbonio a vista e supporti progettate per esaltare il piacere della guida sportiva senza compromettere il comfort. 

Ferrari SF90 XX Stradale

La Ferrari SF90 XX Spider

Il Centro Stile Ferrari in questo caso ha modificato il posteriore per realizzare un’architettura unica in cui il concetto di flying buttress, che è nel DNA Ferrari, si armonizza con il tema a freccia dell’anteriore protendendo in avanti il corpo vettura, donandole un’immagine differente rispetto alla SF90 XX Stradale.

Con il tetto aperto, i roll-bar sporgono rispetto al resto della carrozzeria, ma essendo in fibra di carbonio non compromettono l’effetto ribassato e allargato generato dagli archi rampanti. Lo schiacciamento ottico verso il basso del volume ne risulta quindi amplificato.

Ferrari SF90 XX Stradale spider

La motorizzazione

Come la progenitrice, la Ferrari F90 XX Stradale vanta ben tre motori elettrici, uno posto tra il motore endotermico e il cambio e due sull’assale anteriore, che in questo caso esprimono un massimo di 233 cv grazie alla logica brevettata di dinamica del veicolo di ‘extra boost’, novità assoluta per le vetture stradali del Cavallino Rampante. La batteria con tecnologia ad alte prestazioni a ioni di litio alimenta i tre motori e garantisce un’autonomia di 25 km in modalità full-electric. A motore termico spento, i motori anteriori permettono alla vettura di raggiungere una velocità massima di 135 km/h. In totale il V8 endotermico e i tre motori elettrici, due indipendenti sull’assale anteriore e uno al posteriore tra motore e cambio assicurano all’auto un’erogazione di potenza di 1030 cv (+30 cv rispetto alla SF90 Stradale). A gestire la potenza c’è il fantastico cambio a doppia frizione e otto rapporti.