,

Fiat 500 Riva, il piccolo yacht

Arrivare al molo al quale è ancorata la propria barca con una bella auto è un classico. Salire a bordo del proprio motoscafo Riva, scendendo dalla Fiat 500 Riva è un privilegio di pochi.

Un piccolo gioiello, simbolo della bellezza italiana nel mondo. La nuova 500 Riva si rivolge a un pubblico che ricerca sulla terraferma la stessa esclusività di un Aquariva Super – il modello iconico dell’attuale produzione Riva – e l’accessibilità che ha reso la 500 un’icona: materiali di qualità e uno stile unico per rivivere nei percorsi urbani le emozioni di una crociera. Il “Blu Sera” della carrozzeria è il colore esclusivo per questa serie speciale limitata e fra i più apprezzati della gamma proposta per Aquariva Super.


Dettagli unici impreziosiscono la livrea: le calotte degli specchi sono cromate così come le maniglie e la modanatura sul cofano che sottolinea l’andamento avvolgente del cofano, in armonia stilistica con le imbarcazioni Riva. Inoltre, un doppio tratto di color acquamarina esalta il profilo morbido della 500: lo percorre all’altezza della linea di cintura e richiama la linea di bellezza degli yacht. Inediti ed esclusivi, infine, i cerchi di lega leggera da 16″ a venti razze con una specifica finitura blu, concepita unicamente per questa serie. Una serie speciale davvero firmata Riva: è l’unica 500, infatti, che lascia spazio al logo del “mito” della nautica sul cofano posteriore, e la firma si ritrova sul passaruota, sull’inserto in legno della fiancata e sulla plancia.

All’interno, la fascia centrale della plancia, in mogano verniciato a mano con intarsi in acero, restituisce agli occupanti il calore lussuoso della vita a bordo, come sottolineato dal logo Riva. La realizzazione della plancia ha richiesto un innovativo processo ingegneristico: per garantire stabilità, flessibilità e resistenza perfetta nel tempo, il legno viene applicato su un guscio di carbonio ultraleggero. Per gli intarsi in acero occorre un’inserzione manuale che rende unica ogni singola creazione. Il legno, quindi, il più naturale degli elementi, si sposa con l’avanzata tecnologia per un risultato di assoluta eccellenza, come avviene sulle imbarcazioni Riva: perfetta unione tra ultimate technology e alta manualità.
Sono in mogano anche i battitacco e il pomello del cambio, lavorato dal pieno, mentre per i sedili è stato scelta una esclusiva pelle firmata Poltrona Frau® di colore avorio, a cannelloni sulle sedute con cuciture avorio di tonalità diversa. I cadenini sono blu sera, come i profili delle cinture di sicurezza, anch’esse avorio. Colori e materiali richiamano l’ambiente esclusivo di Aquariva Super, offrendo emozioni e comfort.
La cura dei dettagli è ovunque, in un complesso cromatico coerente ed elegante: i tappetini sono proposti nello specifico con bordo avorio e cuciture a contrasto “Blu Sera”, così come il tappeto bagaglio che presenta un inserto ligneo firmato Riva.

La nuova 500 Riva offre motorizzazioni brillanti nelle prestazioni, ma contenute nei consumi e rispettose dell’ambiente come dimostra l’omologazione Euro6.
Disponibile il collaudato campione di parsimonia 1.2 Fire da 69 CV. Questo propulsore adotta un nuovo alternatore intelligente, un pacchetto aerodinamico specifico e nuovi pneumatici che garantiscono una ridotta resistenza al rotolamento e all’usura. L’insieme di queste evoluzioni si traduce in un concreto risparmio nei costi di gestione e in un impatto ambientale all’insegna della sostenibilità: un dato su tutti, le emissioni di CO2 si assestano ad appena 99 grammi al chilometro.

Su una vettura così esclusiva non poteva mancare il motore a gasolio 1.3 Multijet da 95 CV. La Fiat 500, infatti, si conferma l’unica vettura nel suo segmento a proporre un turbodiesel. Con una potenza di 95 CV, erogata a 3.750 giri/min, consente di raggiungere una velocità massima di 180 km/h e accelerare da 0 a 100 km/h in 10.7 secondi. Inoltre, l’adozione di un turbocompressore a geometria variabile permette al propulsore di esprimere una coppia elevata ai bassi regimi: 170 Nm a 1.250 giri/min e una coppia massima di 200 Nm da 1.500 giri/min, a ulteriore beneficio di elasticità di marcia e piacevolezza di guida. A seconda del motore, è possibile scegliere cambi meccanici a 5 o 6 marce oppure il robotizzato Dualogic.

 

Tratto da Uomo&Motori

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *