Giorgio Armani entra nella rete di Food1st

0
19
Armani nella rete di Food1st

È stata una delle prime casa di moda a entrare in campo nell’emergenza Covid-19. Giorgio Armani non solo ha riconvertito le sue fabbriche di moda per la creazione di camici e mascherine, ma ora anche il food firmato dal grande stilista italiano entra a far parte del Food1st, la fondazione senza scopo di lucro, lanciata ad Aprile da SL Green per affrontare la crisi alimentare in corso a New York.

L’Armani Ristorante di New York fornirà pasti ai lavoratori che sono in prima linea per combattere la pandemia COVID-19 e anche newyorkesi bisognosi. “Sono felice di collaborare con SL Green e lo Chef Boulud in questa importante iniziava. Grazie a Food1st, possiamo offrire il nostro aiuto a New York in questo momento di bisogno”, ha dichiarato Giorgio Armani. 

“Mentre questa situazione critica continua ad esacerbare la crisi alimentare in corso e minaccia di estromettere dal mercato un gran numero di ristoranti, è incredibile vedere tante persone collaborare per creare un impegno così positivo”. 

Nel contesto delle iniziative  benefiche dei ristoranti Armani, si inserisce anche la prima cena di raccolta fondi a domicilio promossa dall’Emporio Armani Ristorante di Bologna in favore di Antonino, per sostenere le famiglie più colpite dall’emergenza sanitaria e sociale. Con il contributo di Galleria Cavour Green, Banca di Bologna e Paltrinieri, venerdì 15 maggio l’Emporio Armani Ristorante preparerà e consegnerà a domicilio una cena di alta gastronomia per raccogliere fondi e aiutare le persone più fragili in questo difficile periodo.