Hedon, il sigaro premium con tabacco francese

Tabacco francese in arrivo. E la qualità si preannuncia davvero elevata. La regione di Béarn, nel sud-ovest della Francia, è rinomata per la campagna, per i villaggi pittoreschi, le foreste, i fiumi, i laghi e, naturalmente, per l’eccellenza del suo cibo e dei suoi vini. Pochi sanno in realtà che il Béarn, un tempo parte del Regno di Navarra, è anche la patria di Hedon, l’unico produttore di sigari premium che lavora esclusivamente con tabacco francese coltivato in questa regione.

Una storia, quella di Hedon, iniziata nel 1999, quando un gruppo di imprenditori iniziarono la coltivazione del tabacco da sigaro e organizzarono una piccola produzione artigianale di lusso. Dalla nascita della prima piantagione di tabacco in Navarra, dedicata esclusivamente a sigari premium, ci sono voluti dodici anni di ricerche e di sperimentazioni per individuare il tipo ottimale di tabacco e per sviluppare una tecnica di produzione perfetta. Negli anni successivi la catena produttiva è stata resa più efficiente e sostenibile, introducendo sistemi di irrigazione dei campi all’avanguardia e tecnologie per il risparmio energetico nelle unità produttive. Nel 2015, sostenuto dalla passione degli investitori e supportato dalla competenza di artigiani esperti, un rinnovato management ha portato nuova energia al progetto con lo scopo di traghettare il brand sui mercati internazionali.

Già nominata “Entreprise du Patrimoine Vivant” dal governo francese, oggi Hedon realizza attraverso una gamma di prodotti premium dalla qualità unica e impareggiabile, dedicata a chi fa del sigaro un elemento di distinzione.

Il logo raffigura una “H” stilizzata, che potrebbe anche essere letta come una “N”, chiaro riferimento sia al nome del brand sia alla Navarra, sua terra d’origine. La sua immagine raffinata, unita a una gamma sofisticata di colori, esprime immediatamente la vocazione di Hedon per l’eccellenza. Tutti i sigari Hedon sono disponibili in negozi selezionati e nei più prestigiosi hotel di lusso del mondo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *