Houseboat, Pasqua con stile a Venezia!

Pasqua a venezia con Houseboat

Venezia è di struggente bellezza, ma anche un luogo di turismo di massa, a Pasqua peggio che mai. Ma c’è un modo per conoscere e vivere Venezia e la sua Laguna lontano dalle folle, riscoprendo lentezza, natura, contatto vero con luoghi e persone.

Un itinerario straordinario ed affascinante per conoscere davvero la Laguna lo propone houseboat.it, leader italiano per il noleggio di imbarcazioni fluviali. Un nuovo modo di fare turismo, nato in Francia e diffusosi in tutto il mondo: le imbarcazioni di Houseboat.it sono belle, eleganti, possono essere guidate senza alcuna patente o brevetto, si impara a pilotarle in un paio d’ore di formazione. Ma soprattutto ti permettono di vedere la Laguna di Venezia in modo del tutto nuovo.

Un percorso affascinante

Tra le diverse barche che houseboat.it mette a disposizione, anche la nuova e lussuosa Minuetto, 6+2 posti letto, interni curati, dettagli ricercati ed una linea elegante. Si parte da Casale sul Sile. In prossimità della base troverete la deliziosa piazzetta con campanile del paese di Casier, dove vi suggeriamo di sostare la prima o l’ultima notte di crociera. La vostra vacanza fluviale inizierà attraversando il Parco del Fiume Sile, immerso in una lussureggiante vegetazione ed impreziosito dalla presenza di sontuose ville con giardino. Lungo il tragitto ormeggiate la vostra barca agli ormeggi pubblici di Casale sul Sile e Quarto d’Altino e visitate le loro piacevoli piazze. Dopo circa tre ore di navigazione fluviale, arriverete al paesino di Portegrandi e, superata la conca, abbandonerete il fiume Sile per entrare in Laguna di Venezia. Navigando con la vostra houseboat tra i canneti (zona ideale per il birdwatching) e le meravigliose distese d’acqua lagunari, arriverete in circa un’ora all’isola di Burano. Sostate negli ormeggi Houseboat.it e andate alla scoperta delle calli tra le caratteristiche case coloratissime. Fermatevi al Museo del Merletto o, se preferite comprarne uno, tra i numerosi negozi sparsi nell’isola. Volendo potrete sedervi alla nota trattoria al Gatto Nero. In questa isola la compagnia offre ormeggio privato anche per la notte. Un vero must. Attraversate il canale e visitate la meravigliosa cattedrale di Torcello e i suoi mosaici bizantini dorati della basilica di Santa Maria Assunta e la scalata della torre campanaria. La navigazione verso Venezia dura all’incirca un’ora. Lungo il tragitto incontrerete isole di grande fascino come San Francesco del Deserto, che vi incanterà con il suo monastero francescano e il curatissimo giardino, tappa distante dal turismo di massa e veramente unica, e Sant’Erasmo, detta l’Orto di Venezia per la sua vocazione agricola e ideale per un pomeriggio in spiaggia o in bicicletta. Straordinario il tramonto lagunare che si ammira da quest’isola, una piccola oasi verde con una spiaggia isolata e un anello di itinerario ciclabile molto piacevole, tra canali, vigneti e monumenti storici. Se capitate in isola nel momento giusto non scordate di provare la tipica specialità isolana: il carciofo viola di Sant Erasmo. Tra le diverse barche che houseboat.it mette a disposizione, anche la nuova a lussuosa Minuetto, 6+2 posti letto, interni curati, dettagli ricercati ed una linea elegante. Si parte da Casale sul Sile. In prossimità della base troverete la deliziosa piazzetta con campanile del paese di Casier, dove vi suggeriamo di sostare la prima o l’ultima notte di crociera. La vostra vacanza fluviale inizierà attraversando il Parco del Fiume Sile, immerso in una lussureggiante vegetazione ed impreziosito dalla presenza di sontuose ville con giardino. Lungo il tragitto ormeggiate la vostra barca agli ormeggi pubblici di Casale sul Sile e Quarto d’Altino e visitate le loro piacevoli piazze. Dopo circa tre ore di navigazione fluviale, arriverete al paesino di Portegrandi, e, superata la conca, abbandonerete il fiume Sile per entrare in Laguna di Venezia. Navigando con la vostra houseboat tra i canneti (zona ideale per il birdwatching) e le meravigliose distese d’acqua lagunari, arriverete in circa un’ora all’isola di Burano. Sostate negli ormeggi Houseboat.it e andate alla scoperta delle calli tra le caratteristiche case coloratissime. Fermatevi al Museo del Merletto o, se preferite comprarne uno, tra i numerosi negozi sparsi nell’isola. Volendo potrete sedervi alla nota trattoria al Gatto Nero. In questa isola la compagnia offre ormeggio privato anche per la notte. Un vero must. Attraversate il canale e visitate la meravigliosa cattedrale di Torcello e i suoi mosaici bizantini dorati della basilica di Santa Maria Assunta e la scalata della torre campanaria. La navigazione verso Venezia dura all’incirca un’ora. Lungo il tragitto incontrerete isole di grande fascino come San Francesco del Deserto, che vi incanterà con il suo monastero francescano e il curatissimo giardino, tappa distante dal turismo di massa e veramente unica , e Sant’Erasmo, detta l’Orto di Venezia per la sua vocazione agricola e ideale per un pomeriggio in spiaggia o in bicicletta. Straordinario il tramonto lagunare che si ammira da quest’isola, una piccola oasi verde con una spiaggia isolata e un anello di itinerario ciclabile molto piacevole, tra canali, vigneti e monumenti storici. Se capitate in isola nel momento giusto non scordate di provare la tipica specialità isolana: il carciofo viola di Sant Erasmo.

Il ritorno a Venezia

A questo punto, farete il vostro grande arrivo a Venezia. Città ricca di storia, di arte, di romanticismo, da cui poter raggiungere anche Murano o il Lido di Venezia. Ripartendo da Venezia con il vostro battello senza patente e dirigendosi verso sud direzione Chioggia, attraverserete numerose piccole isole della laguna (San Servolo, Santa Maria delle Grazie, San Clemente, Santo Spirito) e potrete vedere meravigliosi paesaggi lagunari. Continuando la navigazione lungo la lingua di terra che divide la laguna dal mare incontrerete Malamocco e Pellestrina, da cui si possono percorrere itinerari ciclabili sul lungomare e in spiaggia. Per gli appassionati di golf, potrete giocare al circolo di golf di Venezia ad Alberoni. In circa tre ore di crociera si arriva agli ormeggi Houseboat.it a Chioggia, proprio nel centro della città. Chiamata “la piccola Venezia” per le caratteristiche urbanistiche similari, offre un bellissimo centro storico adatto per passeggiate e biciclettate in famiglia. In un quarto d’ora in bici raggiungerete Sottomarina: località balneare molto frequentata in estate per spiagge, aperitivi e divertimenti. Voltando la prua verso nord e risalendo l’itinerario percorrete canali lagunari diversi da quelli dell’andata così potrete visitare tutte le località sopracitate. Houseboat.it propone tantissimi itinerari, in Italia ed in Europa, per un modello di turismo davvero diverso dal solito, che permette di ritrovare il gusto della lentezza, della natura, ma anche del rapporto vero e diretto con i luoghi e le persone.

Un’opportunità di business

Con houseboat.it puoi anche investire. L’azienda ha infatti avviato un progetto  di “Gestione Ownership”: acquistando una nuova houseboat Minuetto, si possono ottenere in cambio una serie di vantaggi: utilizzare la barca per alcune settimane all’anno senza sostenere alcun costo di gestione, manutenzione, ormeggio, assicurazione, ecc, ed una rendita economica garantita per le settimane nelle quali la barca sarà noleggiata da houseboat.it. Inoltre se non si ha tempo per utilizzare la barca, si può cedere le settimane di vostra spettanza alla Compagnia. Il progetto permette anche di poter accedere gratuitamente ad oltre 50 destinazioni di crociera in tutt’Europa e in Canada, permettendo così di trascorrere le vacanze ogni anno in una zona di vacanza diversa ed indimenticabile. Il programma ha un limite temporale minimo di 7 anni, ma nessun limite massimo: in sostanza si può continuare ad andare in ferie, o guadagnare, per tutta la vita utile della barca, che normalmente è di 14 anni. E la somma da investire può essere commisurata alle necessità dell’investitore. Interessante no? Per info: www.houseboat.it.

 

Tratto da Lusso Style di Marzo 2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *