,

Il viaggio di nozze degli italiani? Deve essere il top!

In viaggio di nozze? Gli italiani vogliono il top, magari emulando addirittura le… Altezze Reali d’Inghilterra! Insomma, le coppie italiane vogliono sentirsi VIP, almeno una volta nella vita!

Il viaggio di nozze per gli italiani è l’occasione per concedersi un lusso –spiega Catia Ballotta, Travel Stylist di CartOrange, azienda italiana specializzata in lune di miele su misura arricchite con esperienze uniche–. La luna di miele è considerata qualcosa di irripetibile, un ricordo che rimane per tutta la vita, nonché un’occasione per ricaricarsi e rilassarsi. Un viaggio per cui si è disposti a spendere, forse più volentieri che per dei beni materiali. Complice la possibilità, sempre più apprezzata, di realizzare una “’lista viaggio’, si cercano destinazioni da favola, sistemazioni ricercate ed esperienze particolari, magari ispirate ai trend lanciati dalle coppie di celebrità. O addirittura dalle coppie reali”.

Per il 2018 CartOrange ha individuato quattro proposte in linea con le ultime tendenze in fatto di lusso e di stile.

Sudafrica e Oceano Indiano come i principi d’Inghilterra

Se Harry d’Inghilterra non ha ancora svelato dove volerà con la sua Meghan dopo le nozze che avverranno a maggio, gli sposi italiani si dimostrano molto attratti dai luoghi cari alla nuova generazione di reali d’Inghilterra. “Il desiderio di sentirsi principi e principesse porta sempre ai primi posti fra le preferenze le classiche isole tropicali –spiega Catia Ballotta–. Per esempio le Seychelles, dove nel 2011 William e Kate trascorsero la luna di miele su un’isola privata. Anche se gli sposi solitamente non arrivano a questi livelli, l’Oceano Indiano offre comunque stupende esperienze all’insegna del lusso, mentre la nota avventurosa è data dalla combinazione con il Sudafrica, dove si dice sia avvenuta la proposta di nozze di Harry a Meghan”. Per un viaggio di nozze “reale” CartOrange propone dunque un’esperienza a Kapama Karula Game Reserve in Sudafrica, dove, oltre a godere di un trattamento a cinque stelle, si potrà vivere l’esperienza dei safari a contatto con la natura, anche dormendo in lussuose tende, per vedere da vicino i “big five”, i grandi animali della savana: elefante, leopardo, leone, rinoceronte e bufalo. Dopodiché, alle Seychelles sarà possibile rilassarsi sulle magnifiche spiagge di La Digue, magari pernottando nel resort Le Domaine de L’Orangeraie, oasi di benessere immersa nel verde e lontana da ogni frenesia.

La New York più glamour in boutique hotel

La Grande Mela è sinonimo di moda, stile, vita notturna e lusso urbano. Chi vuole vivere la città al top pernotta al The Standard High Line, boutique hotel che si trova in una delle zone attualmente più alla moda della città, ai piedi della High Line (la linea ferroviaria sopraelevata riconvertita da poco a parco di design) nel Meatpacking District. “Meatpacking è il quartiere del clubbing, dello shopping ricercato e delle nuove tendenze culinarie –spiega Catia Ballotta –. Si trovano qui i ristoranti trendy come il Pastis, un bistro francese, e  lo Spice Market, punto di riferimento per la cucina asiatica. Un viaggio tagliato su misura per chi vuole un’esperienza elettrizzante, in un ambiente di assoluto comfort e glamour”.

Il Giappone tra lusso e tradizioni

Da qualche anno il Giappone si è affermato come una delle mete top per i viaggi di nozze. È apprezzato per i contrasti e la sensazione di assoluta diversità che offre: una destinazione futuribile ed esotica al tempo stesso, con le sue tradizioni millenarie, i suoi sapori incredibili, i piccoli dettagli che stupiscono a ogni passo.  E se al lusso si vuole unire la tradizione, allora secondo CartOrange l’Hotel Chinzanso, sempre a Tokyo, è il posto giusto.

Polinesia francese per vivere il sogno

Un must senza fine. La Polinesia francese è sinonimo universale di lusso e di sogno, non a caso scelta per la luna di miele da celebrità come Pippa Middleton e Nicole Kidman. “È una meta per chi ha la possibilità di ‘strafare’ –spiega Catia Ballotta–. Si tratta di un paradiso in mezzo al Pacifico, dall’altra parte del mondo, e ha dunque dei costi decisamente alti anche solo per il viaggio. Se poi, una volta qui, si vuole aggiungere all’esperienza un hotel da mille e una notte, si può pernottare al St. Regis a Bora Bora, oppure al super esclusivo The Brando Resort sull’isola privata di Tetiaroa” E per chi ritiene che il vero lusso sia viaggiare in un luogo fuori dal mondo, lontano dal turismo di massa, CartOrange consiglia Maupiti, isola ancora meno facilmente raggiungibile e che regala le atmosfere e le emozioni di una Bora Bora incontaminata.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *