Italy Luxury Cook, l’arte del made in Italy in cucina

italy-luxury-cook

Si chiamano Sara Giorgini e Michela Rossi le due donne che hanno fatto della cucina la loro passione. Aggiungendo però un tocco di lusso. Nasce così Italy Luxury Cook che offre la possibilità di conoscere ed esplorare le meraviglie della tavola italiana con eventi di Food Experience e corsi di cucina, svolti in una straordinaria location di lusso a Roma: la dimora dove nel XVII secolo visse Papa Innocenzo X Pamphilj, un Palazzo, disegnato dal Borromini e affrescato dal Bernini, che domina Piazza Navona.

Michela e Sara hanno voluto abbinare l’inimitabile gusto della migliore cucina “Made in Italy”, allo splendore dell’arte italiana e alla sua storia. I piatti ideati e presentati sono composti da prodotti italiani di eccellenza abbinati a selezionatissimi vini del territorio.

Italy Luxury Cook è anche Showcoocking. Le lezioni si svolgono in inglese, francese o italiano, e propongono menù tipici della cucina “Made in Italy”, le cui ricette variano di volta in volta a seconda delle esigenze di stagionalità e reperibilità. L’ intento delle due fondatrici è insegnare piatti molto famosi nel mondo e piuttosto semplici da replicare a casa, approfondendo insieme la conoscenza dei prodotti di eccellenza che sono alla base della loro riuscita e che costituiscono la ricchezza della gastronomia italiana. Con un occhio sempre attento alla cura della presentazione.

Italy Luxury Cook è un tuffo nel fascino della Città Eterna per scoprire e degustare al meglio il buffet “Luxury”, composto da prodotti italiani d’eccellenza abbinati a selezionati vini del territorio. In aggiunta – a seconda della vostra scelta – potrete imparare a realizzare le fettuccine o gli gnocchi, da impastare e consumare insieme, oppure assistere a uno show-cooking ogni volta diverso.

Italy Luxury Cook, ovvero l’arte di consumare le gioie del palato immersi nella bellezza e nel lusso. Tutte le info e le prenotazioni sul www.italyluxurycook.it

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *