Jaguar celebra la sua meravigliosa C-type: un vero mito delle corse

0
66
Jaguar C-type

Per celebrare i 70 anni della mitologica sportiva C-type, Jaguar ha dato il via ad una produzione limitatissima di nuovi modelli C-type Continuation, che saranno costruiti a mano presso lo stabilimento Jaguar Land Rover Classic Works di Coventry.

Prodotta inizialmente tra il 1951 e il 1953, la C-type deve la sua notorietà alla sua forma eccezionalmente fluida sviluppata da Malcom Sayer, designer, esperto di aerodinamica e artista di Jaguar Cars. Al suo debutto nel 1951, la C-type vinse la 24 Ore di Le Mans, facendo registrare la prima delle sette vittorie assolute di Jaguar nella gara di durata francese. Dal 1952, è stata la pioniera nell’adozione dell’innovativa tecnologia dei freni a disco nelle competizioni motoristiche. Grazie ad un rivoluzionario sistema sviluppato da Jaguar e Dunlop, la C-type guidata da Stirling Moss ha ottenuto la prima vittoria per una vettura con freni a disco al Gran Prix di Reims in Francia, gareggiando successivamente alla Mille Miglia in Italia. Nel 1953, invece, la C-type vinse nuovamente la 24 Ore di Le Mans, sempre con un sistema di freni a disco.

Dan Pink, Jaguar Classic Director, ha dichiarato: “Guidata da alcuni dei più ammirati piloti sportivi della storia, la C-type ha gettato le basi per il successo di Jaguar nelle competizioni di lunga durata e da sempre è sinonimo di design e innovazione ingegneristica. Settant’anni dopo, Jaguar Classic è orgogliosa di poter utilizzare le più recenti e innovative tecnologie di produzione, abbinate alle sue ineguagliabili abilità artigianali e alla sua esperienza senza tempo, per produrre nuovamente questa leggendaria auto del passato destinata ad una nuova generazione di appassionati”.

La C-type rivista per i nostri tempi

A distanza di tanti anni, nel 2022 verranno costruiti 8 nuovi esemplari di C-type Continuation destinati ai rispettivi proprietari. Ogni vettura rispecchierà le specifiche tecniche stabilite dal team ufficiale vincitore a Le Mans nel 1953, che includono quindi il propulsore 6 cilindri in linea da 3,4 litri da 220 CV con triplo carburatore Weber 40DCO3 e freni a disco.

Sulla base dell’esperienza maturata nei precedenti programmi Jaguar Classic Continuation, sviluppati per le Lightweight E-type, XKSS e D-type, quelli di Jaguar Classic hanno voluto focalizzare la loro attenzione sugli archivi Jaguar, incrociando successivamente i dati di riferimento di una C-type originale con la più recente tecnologia CAD, per dare vita ad una nuova C-type più autentica possibile.

In questo progetto i dati provenienti dalla tecnologia CAD hanno raggiunto un livello ancora più elevato. Infatti, attraverso un configuratore online appositamente progettato, per la prima volta Jaguar Classic è in grado di offrire ai propri clienti l’opportunità di visualizzare in modo virtuale la propria C-type Continuation. Questo nuovo strumento gli utenti possono confrontare le varianti cromatiche e le diverse finiture disponibili tra le 12 autentiche tinte per l’esterno e le 8 colorazioni per l’interno. In aggiunta, sono disponibili le decalcomanie tonde in stile racing, lo stemma per il volante e quello per il cofano.

Jaguar C-type
Jaguar C-type