,

La Bridal Week di RomaSposa 2017

 Appena conclusasi la quattro giorni di RomaSposa 2017. Quali novità sono state messe in luce? Quali gli eventi ed espositori imperdibili che sono stati presenti dal 5 all’8 ottobre al Palazzo dei Congressi all’Eur?

La domenica pomeriggio è stata infuocata con la sfilata “Wedding Tattoo” by Maria Celli. Testimonial d’eccezione è stata Claudia Lai, moglie di Radja Nainggolan che per l’occasione non ha presieduto la tribuna della Roma. La bella Claudia ha sfilato per l’occasione sulla passerella di Roma Sposa 2017, mentre il marito l’acclamava dal parterre inizialmente, per poi salire anche lui sul palco salutando tutti timidamente. Alle coppie di neo-sposi si sono uniti all’applaudire i tanti tifosi che erano lì per l’occasione. La “Wedding Tattoo” è la neonata collezione creata appositamente per le future spose che non vogliono nascondere i tatuaggi sulla pelle. La linea dedicata alle spose tatuate è realizzata in seta, pizzi e tulle. “I tatuaggi sulla pelle vengono artisticamente incorniciati da preziosi ricami in pizzo chantilly” – spiega la stilista Maria Celli – “L’idea di creare la collezione Wedding Tattoo è nata dalla richiesta di molte spose che mi hanno pregato di non celare i loro tatuaggi poiché ogni segno sulla pelle racconta un pezzetto di storia, anche quella d’amore”. Ospite della sfilata anche Miss Italia 2017, Alice Rachele Arlanch, con indosso lo stesso abito da sposa che le ha portato fortuna sul palco del Pala Arrex di Jesolo nel corso della finale del concorso di bellezza. Durante il defilè della Maison Celli, anche una divertente incursione del comico Martufello, che in chiave ironica ha descritto la Collezione Rococò per lo sposo 2018, firmata da Giampaolo Celli (Casa di Moda con sede nei Castelli Romani).

Notevole anche la sposa 2018 proposta da Gian Paolo Zuccarello. “Madame” si rivela un’esclusiva Collezione Alta Moda Sposa dai Tessuti naturali di rigorosa provenienza italiana, organze dipinte a mano, ricami di pietre

realizzati da mani sapienti a telaio, sui quali emergono minuzie artigianali di perle, cristalli Swarovski e pizzi valencienne francesi, per dettagli di gran classe. Nella Collezione “Madame” lo stilista racchiude e sigilla l’idea di una donna femminile, austera, nobile e fastosa, amante del lusso e del bello. La collezione è frutto del naturale sviluppo stilistico, della Collezione Haute Couture presentata a luglio a Roma nel Chiostro dell’Angelicum, dedicata alle due nobil donne della nobiltà mediterranea: dalla Sicilia “Donna Maria Paternò” e dalla Puglia “Donna Eugenia De Gemmis”.

Con oltre 200 aziende presenti all’evento, sono state tante le occasioni di vedere come sarà la sposa della prossima stagione. Dal classico a sirena meno presente, al tulle pomposo declinato in diversi tagli e ricami. Tra i modelli più curiosi, quello in stile rock ‘n roll ed un abito adornato da tubolari luminescenti. Non sono mancati corpetti vedo-non-vedo dove il pizzo trasparente lascia molto spazio alla pelle nuda e meno all’immaginazione. Le novità del wedding 2018 sembrano essere state accolte con curiosità dalle coppie che affollavano gli stand richiedendo volantini informativi su abiti artigianali, bomboniere e organizzazione viaggi.

Qualche anticipazione: la prossima edizione si preannuncia esclusiva ed innovativa, a partire dalla location. Il 30° Salone Nazionale dell’Abito da Sposa, nelle date 18-21 gennaio 2018, sarà ospitata nel Nuovo Centro Congressi “La Nuvola”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*