La collana di giada come amuleto per la serenità

0
22
pietre

Il gioiello è un bene senza tempo e ricco di fascino, soprattutto per i significati che ciascuna creazione può recare in sé. Il significato di un gioiello artigianale è legato alla persona che lo ha realizzato, al tempo che ha dedicato alla sua creazione, alla passione che ha profuso nel disegnarlo, alle ricerche che ha fatto, al design e all’utilizzo di leghe particolari oppure di pietre dure e preziose.

Tutto ciò che è legato a un gioiello artigianale è garantito. Del gioiello artigianale si conosce la provenienza dello smeraldo, del diamante, del rubino, dell’acquamarina incastonata tra le perle. 

I significati di cui è intrisa la giada

L’associazione di pietre e leghe particolari può essere addirittura beneaugurante, ad esempio il quarzo, si dice che sia in grado di donare resistenza, incoraggiamento e pensieri positivi. Il rubino, sempre secondo antiche credenze, protegge dalla sfortuna e dai problemi di salute, apre il cuore e favorisce l’amore.

Mentre la collana con pietra giada sarebbe in grado di donare serenità, alleviare l’ansia e le paure e favorire la fortuna. Si tratta della pietra della prosperità per molte culture del mondo, per gli occidentali, invece, è in grado di aiutare ad accumulare denaro. 

Le varie tipologie di questa pietra dura si articolano non soltanto per il colore che può attraversare diverse tonalità dal bianco, al giallo, al rosso, al nero fino a quella più conosciuta che attraversa le varie tonalità di verde. Ma la differenziazione avviene anche sulla base del luogo di provenienza. 

La giadeite, infatti, si trova principalmente in Canada, in Russia, in Siberia e nel Myanmar che è il maggior fornitore mondiale poiché possiede blocchi di giada che pesano centinaia di tonnellate. 

La storia millenaria della giada

La giada dunque è una pietra dura molto antica, è molto apprezzata in tutte le parti del mondo, tanto che, oltre a differenziarsi mediante il colore, si differenzia per i luoghi di provenienza. I principali luoghi di estrazione della giada sono sicuramente il territorio cinese, dove la giada Dushan veniva estratta a partire dal 6000 avanti Cristo. Ritrovamenti di gioielli in giada addirittura sarebbero appartenenti all’era paleolitica, ma anche nel sud America nella cultura Maya la giada era la pietra dedicata ai gioielli artigianali costruiti per le divinità e per le feste sacre.

Le collane con giada per questo hanno un fascino tutto particolare, da una parte recano la freschezza e la naturalezza di questa importante pietra dura, dall’altra si sposano bene con l’oro giallo, le perle incastonate nell’oro, oppure inserite in un filo fatto con il corallo. Un gioiello artigianale realizzato con giada e agata nera, potrebbe rendere felice ogni donna. 

È impossibile, infatti, non notare lo stile esotico in grado di unire l’eleganza dell’agata nera con la freschezza della giada verde.

Un gioiello realizzato con giada è impregnato di freschezza e semplicità nel taglio, perché ciò conferirà alla pietra una maggiore durata. 

La giada di maggior valore solitamente è quella dal colore intenso, come il verde o il rosso, ma il vero valore è nell’arte creativa del gioielliere. Secondo le ultime proiezioni, la giada oggi ha un valore destinato a crescere nel tempo.

(Pubbliredazionale)