L’attenzione alla cucina naturale e alla qualità bio: gli hotel alzano l’asticella

0
123
cucina naturale e qualità bio
Terrazza Gallia

Il cibo è il nostro principale carburante di funzionamento e già da diversi anni, si sono moltiplicate diete e attenzioni specifiche sulla qualità dell’alimentazione di cui ci nutriamo. Se stare a casa facilita l’impegno che la qualità bio di norma comporta visto che si accompagna con uno specifico modo di cucinare, quando siamo in viaggio e ci spostiamo per lavoro o per piacere tutto può diventare più complicato.

Fortunatamente, diverse sono le realtà alberghiere che si sono adeguate alla ricerca specifica da parte della loro clientela e hanno scelto di prestare particolare attenzione alla qualità dei prodotti che portano a tavola. Roma e Milano se si viaggia per business fanno da apripista, ma anche la campagna toscana accoglie con dedizione quando è scelta per vacanza e relax. Scopriamo insieme alcune di queste realtà stellate Michelin.

Hassler Roma e il ristorante Imago 

Imàgo, il ristorante panoramico dell’Hassler Roma, soddisfa le esigenze di un pubblico esclusivo, presentando sapori tradizionali e raffinati, interpretati con creatività, sullo sfondo della Città Eterna, in un ambiente in cui la vista spettacolare e la passione enogastronomica si fondono per creare un’esperienza sensoriale unica.
La vista mozzafiato si interrompe solo grazie ai profumi e al gusto delle suggestive e originali proposte culinarie. Imàgo è un’esperienza a tutto tondo grazie al sapore della creativa cucina italiana dello Chef: i piatti sono tutti attentamente preparati e presentati, e i suoi menu variano secondo le stagioni per offrire ai clienti una molteplicità di raffinati sapori. Una varietà concepita per soddisfare ogni genere di palato, un’esplosione di sapori che unisce raffinate combinazioni e la tradizione della cucina italiana, caratterizzata da ingredienti e fragranze tipiche della storia e della cultura italiana.
Il nome, Imàgo, deriva dal latino “immagine”, “visione”, e “pensiero”, punto di riferimento per coloro che desiderano vivere un’esperienza gastronomica unica, degustando le deliziose prelibatezze del ristorante mentre ammirarono, con ineguagliabile vista, Roma.
Menzionato su moltissime importanti pubblicazioni italiane e internazionali, il ristorante è stato annoverato fra i “Top 95 ristoranti” nella Conde Nast Traveler’s Hot List e ha ricevuto il riconoscimento delle prestigiose “tre forchette” del Gambero Rosso. A Imàgo viene assegnata la sua prima stella Michelin sulla Guida 2009!

Cucina bio
All RIghts Reserved www.albertoblasetti.com

Excelsior Hotel Gallia e il ristorante Terrazza Gallia

A Milano, l’hotel 5 stelle Excelsior Hotel Gallia è una pietra miliare della tradizione epicurea ed è sinonimo del fascino culinario della città. La Terrazza Gallia all’ultimo piano è rinomata per la sua offerta di eccezionali piatti italiani e per l’innovativa scuola di cucina, mentre l’area bar della Terrazza Gallia, vera eccellenza nell’arte dell’aperitivo milanese, è il luogo d’incontro più glamour della città.

L’esperienza culinaria esclusiva passa attraverso un menu creato con la consulenza dei fratelli Cerea, premiati con 3 stelle Michelin e una vista unica su Milano.
È sempre il Made in Italy a fare da padrone ovviamente con un’offerta gastronomica dei migliori ingredienti del nostro Bel Paese e, per creare lo scenario di un pasto indimenticabile, la sala al coperto presenta la cucina a vista per offrire la possibilità di gustare anche la preparazione meticolosa degli Chef.
I giovani Chef, i fratelli Vincenzo e Antonio Lebano, sono originari della Campania e, dopo anni di esperienza nelle migliori cucine d’Italia, guidano la Terrazza Gallia con la consulenza dei fratelli Cerea. Ogni piatto celebra, con un tocco innovativo, gli ingredienti tipici della regione Lombardia grazie al menù preparato con ingredienti freschi di altissima qualità. Numerosi sono i riconoscimenti dell’eccellenza ottenuti dalla Terrazza Gallia.

cucina bio

Torre di Baratti Bio Resort e Bio Ristorante

Una location suggestiva di comfort e modernità tra il mare e colline toscane, uno spettacolo unico nel Golfo di Baratti circondati da arte e natura, storia e cultura in una cornice spettacolare oltre la massima cura dell’esperienza da vivere a tavola.

Torre di Baratti Bio Resort vuole riappropriarsi di una dimensione umana in totale armonia con la natura grazie all’azienda agricola biodinamica in simbiosi con il ristorante per offrire una soddisfazione assoluta. La cucina è nata da subito con lo scopo di essere attenta ad armonizzare il rapporto tra la tavola e ciò che offre la natura che le sta intorno. La cantina ed il servizio si muovono nella stessa direzione: vini toscani biodinamici prodotti nel rispetto della terra e dell’uomo

Il Resort è parte integrata dell’Azienda Agricola Biodinamica “Roberto Bastianoni” con terreni di olivi sulle colline di Vinci e un appezzamento di oltre 12 ettari sul Golfo di Baratti. Sono presenti ben 400 piante di olivi secolari, due ettari di vigna divisa tra vermentino e grenache oltre lo spazio dedicato all’accoglienza del Resort, alla qualità fornita con maestria e ai prodotti bio direttamente dal terreno alla tavola.

I terreni sono coltivati per dare prodotti di prima qualità, senza l’utilizzo di prodotti chimici di sintesi, seguendo le stagionalità, con attenzione alle fasi lunari come la filosofia biodinamica insegna.  

I prodotti dell’orto, molto apprezzati dagli ospiti che possono raccoglierli in libertà, sono una risorsa essenziale per il ristorante. Una piccola produzione di sott’olio, di carciofi, di zucchini cresciuti a 10 metri dalla cucina e “affogati” nell’olio prodotto dagli olivi sparsi su tutta la proprietà, diventa una vera e propria chicca per accompagnare un aperitivo e, se l’anno è stato buono, resta anche qualche barattolo da portare via con sé. Qui le api trovano un ambiente pulito e regalano un miele speciale, a disposizione degli ospiti e sempre presente in cucina e nelle colazioni.

La passione di Roberto per il Biodinamico e le teorie di Rudolf Steiner (sulla filosofia biodinamica dove la fertilità del suolo e l’agricoltura sono inserite in una visione di “forze cosmiche”, “energie astrali” e spirituali che impregnano la nostra essenza fisica) sono il timone per raggiungere produzioni di qualità e con alti poteri nutrizionali.

cucina bio