,

Le migliori 100 destinazioni europee per il fine settimana: Oslo e Basilea le più sfarzose

le-migliori-destinazioni-europee-per-il-weekend-it

In Europa sono davvero tante le destinazioni ideali per trascorrere qualche giorno di vacanza all’insegna della cultura, del cibo o dello shopping. Dalle suggestive città scandinave alle calde località mediterranee, passando per le maggiori capitali europee, il Vecchio continente offre una varietà turistica straordinaria capace di soddisfare ogni esigenza. Ma quali sono le mete imperdibili per il 2017? Quali sono le città più economiche? E quelle più costose? Per rispondere a queste  domande il sito di viaggi GoEuro ha recentemente stilato una vera e propria classifica delle destinazioni dove trascorrere un weekend.

Questo studio, realizzato in collaborazione con HomeToGo, ha preso in esame diversi importanti aspetti dell’universo turistico: le attività ludico-culturali (musei, shopping, intrattenimento etc.), gli alloggi, i trasporti pubblici, il cibo e le bevande e la vita notturna.

Tra i fattori decisivi per la composizione della graduatoria c’è sicuramente quello economico. Per quanto riguarda la categoria “cibo e bevande”, ad esempio, GoEuro si è basato sul prezzo di bevande e pietanze di ristoranti di fascia media ed economica, mentre per i trasporti pubblici sono stati considerati il prezzo di un biglietto singolo e le tariffe medie dei taxi per chilometro.

La graduatoria può quindi essere utilizzata per valutare il rapporto qualità/prezzo dei servizi e dei prodotti per i turisti nelle diverse città presenti nella lista. Secondo la ricerca, la regina indiscussa del turismo europeo è Barcellona. La città catalana ottiene un punteggio complessivo di 98.3 punti su 100, attestandosi al primo posto anche in termini di ristorazione (5/5).

Sul secondo gradino del podio troviamo Praga con 96.1/100 e al terzo posto si piazza Berlino, che fa registrare un punteggio di 95.8/100 (la capitale tedesca domina la classifica della vita notturna). Tra le destinazioni più costose spiccano Oslo e Basilea, rispettivamente al 99esimo e al 100esimo posto. La capitale norvegese, che ha ricevuto un punteggio totale di 43.4/100, si distingue in modo particolare per gli alti prezzi dei trasporti pubblici (0.7/5) e degli alloggi (2.2/5). Basilea ha invece ottenuto una valutazione di 43/100 ed è una delle città più care dal punto di vista del cibo e delle bevande (0.7/5). In questa categoria soltanto Bergen ottiene un punteggio più basso (0.6/5).

Anche alcune località italiane si mettono in evidenza per il costo non proprio contenuto di servizi e prodotti. Matera, che nel 2019 sarà capitale europea della cultura, ha ricevuto un punteggio di appena 1.1 sia nella categoria “cibo e bevande” che in quella “trasporti pubblici”. I prezzi della ristorazione contribuiscono a tenere  in fondo alla classifica anche Pisa (1.1/5) e Verona (1.2/5), così come il costo degli alloggi (2.4/5) non consentono a Venezia di andare oltre il 67esimo posto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *