McLaren 750S, un nuovo punto di riferimento nel mondo delle supercar

0
198
McLaren750S

Quando McLaren presenta una supercar, il mondo dell’automotive si ferma in segno di rispetto. E così è anche per la nuova McLaren 750S. L’obiettivo di questo nuovo modello è alzare l’asticella nel modo delle vetture prestazionali, offrendo a chi avrà la fortuna di mettersi al volante, un’esperienza di guida unica ed irripetibile.

McLaren750S

“Quando hai un’auto considerata dalla maggior parte dei piloti come punto di riferimento, per realizzare qualcosa di ancora migliore è necessario esaminare ogni dettaglio e spinger al massimo il livello di attenzione  per far si che i miglioramenti alzino nuovamente l’asticella. Questo è ciò che abbiamo fatto con la nuova 750S,  dove  il suo peso ridotto, le prestazioni del propulsore V8 e le eccezionali capacità dinamiche si uniscono per offrire l’esperienza di guida di una supercar che raggiunge nuove prestazioni, con livelli di connessione emotiva davvero esaltanti”, Michael Leiters, CEO, McLaren Automotive.

McLaren750S

Le caratteristiche della McLaren 750S

La 750S è più leggera e potente rispetto ai modelli che l’hanno preceduta, è dotata di un motore V8 e trazione posteriore, è indubbiamente una supercar che farà ingolosire i puristi della guida sportiva. È disponibile sia in versione coupé e convertible ed in entrambi i casi è una delizia per gli occhi.

Anche il design propone interessanti adeguamenti: la nuova 750S presenta una nuova sezione inferiore della zona anteriore in cui spicca uno splitter decisamente importante, prese d’aria più strette in cui sono incastonati i gruppi ottici luminosi, nuove prese d’aria sottoporta e prese d’aria sul passaruota posteriore. Le revisioni aerodinamiche al posteriore vedono un ponte ridisegnato e allungato che convoglia l’aria verso la fantastica ala posteriore attiva in fibra di carbonio rialzato e allungato, posizionato sopra lo scarico centrale.

McLaren750S

In particolare nella versione spider si notano immediatamente archi vetrati che, oltre a guidare il flusso d’aria sul tonneau posteriore, migliorano la visibilità al posteriore. Per portare luce nell’abitacolo, il tetto rigido retrattile si può richiedere, in modo opzionale, con vetro elettrocromico, che esalta la sensazione di un ambiente all’aria aperta, anche con il tetto chiuso. L’RHT può essere aperto in meno di 11 secondi e con il veicolo in movimento con una velocità fino a 50 km/h.

L’abitacolo spaziale della McLaren 750S

All’interno dell’abitacolo, contenuto nella tipica struttura monoscocca in fibra di carbonio, la tecnologia è semplicemente dominante e va a braccetto con il senso di sportività che si respira. Pelle e una combinazione di Alcantara e pelle Nappa sono disponibili con i nuovi temi interni TechLux e Performance. Per quanto riguarda l’audio il partner audio è Bowers & Wilkins, che ha sviluppato un nuovo sistema per la 750S, con un amplificatore più potente e gli altoparlanti a cono, Continuum® tipici del produttore di sistemi hi-fi.

Davvero fantastici sono i nuovi display, con il quadro strumenti montato sul piantone dello sterzo che si muove all’unisono con lo stesso. Questo display è totalmente dedicato al guidatore che ha sotto mano i comandi per selezionare le modalità Powertrain e Handling su entrambi i lati.

McLaren750S

Il motore della McLaren 750S

A spingere la supercar inglese, come detto c’è il powertrain V8 da 750 cavalli che permette alla 750S di divorare l’asfalto a oltre 330 km/h. Lo 0-100 km/h? Lo polverizza in 2,8 secondo, lo 0-200 km/h in 7,2 e lo 0-300 km/h in 19,8 (leggere sono le variazioni fra il modello coupé e la spider in tal senso.

McLaren750S