Michele Casto e la sua irriverente linea di Haute Couture “Sculpture Dress”

In una lussuosa location nel Centro Storico di Roma ci ha accolto lo stilista pugliese Michele Casto per parlarci della sua irriverente linea Haute Couture “Sculpture Dress” che sta facendo molto parlare di sé in tutta Italia. Tra una cioccolata calda e una risata ci racconta della sua vita, delle sue passioni e dei suoi progetti futuri.

Come nasce la tua passione per la Moda?

La mia passione per la moda nasce durante gli studi all’Accademia di belle Arti di Lecce. Se devo essere preciso con “Storia dello spettacolo”: una materia affascinante e coinvolgente che parlava di come la scenografia e lo spettacolo si siano evoluti dal teatro elisabettiano ai giorni nostri. Tra le illustrazioni che ci facevano osservare ricordo quelle dei bellissimi costumi che provai a riprodurre modificandoli in qualcosa di più moderno. La scintilla era scoccata, ma è solo dopo aver finito gli studi e aver cominciato il mio lavoro come scenografo e organizzatore di eventi moda… che è nato tutto!

Dalla scenografia alle sfilate lussuose. Un connubio di arti! Come mai?

L’arte è un qualcosa che mi rappresenta. È un mio stile di vita, il mio essere ed è proprio per questo motivo che non mi accontento di creare i capi, ma voglio essere scenografo di me stesso. Cerco, infatti, di realizzare Creazioni e Scenografie che siano in grado di fondersi tra loro portando alla luce qualcosa di nuovo, fresco e alternativo. Secondo me non ci sono grosse differenze tra la scenografia e la moda poiché – in entrambi i casi – si tratta di realizzare qualcosa che soddisfi il cliente, il Fashion show o lo spettatore che guarda con l’obiettivo costante di sviluppare “un qualcosa” che possa affascinare, colpire e inesorabilmente rimanere nella mente.

Che cosa sono i tuoi “Sculpture Dress”?

I miei sculpture Dress sono quegli abiti che possono rappresentare, in modo diciamo quasi  irruente, una forma d’arte indossabile. Una forma d’arte che fa volare con la fantasia la persona che li osserva. In pratica, sono delle vere sculture realizzate con molti tipi di materiali trovati in commercio. Generalmente sono abiti che si potrebbero realizzare per un’esposizione o per abbellimento, ma io ho voluto renderli indossabili sulle passerelle o nei contesti teatrali.

A quale stilista affermato ti senti di assomigliare nello stile?

Nasco come scenografo e per questo amo tutto quello che si avvicina alla teatralità, allo spettacolo, al bello non eccessivo. È proprio per questo motivo che per le mie creazioni mi sono ispirato ad una grande del panorama della moda internazionale come:”VICTORIA SECRET” . Guardare i suoi show mi ha permesso di aprire i miei orizzonti e di capire che il connubio tra varie forme d’arte è possibile. Mi ha fatto capire che l’abito non è solo quello che indossi, ma è soprattutto come lo porti. Fate caso a come le sue creazioni, abbinate all’arte, riempiono la scena e creano Fashion Show che entusiasmano il pubblico presente in sala.

Che cos’è per te il Lusso?

Semplicemente l’esplosione quasi divina di una bellezza semplice, ma resa unica da qualcosa di speciale… Come i miei abiti, ad esempio!

Come ti descriveresti stilisticamente parlando in due parole?

Generalmente lascio ad altri il compito arduo di giudicarmi o descrivermi…. Ma se proprio lo devo fare direi che mi sento un fashion artist creativo e molto alternativo!

Quali sono gli eventi di moda più importanti a cui hai partecipato?

Sicuramente la “Florence Biennale 2015” a Firenze dove ho realizzato un abito in soli tre minuti e usando la tecnica del body painting e dei materiali di riciclo. Una sfida fuori le righe che ho apprezzato molto! Ma posso citare anche il “Luxury Fashion Show” svolto a metà gennaio 2018 dove ho presentato due collezioni: “Alice through the looking glass Inspiration Collection” e “Afro Inspiration Collection”.

Ti senti di dare qualche consiglio alle persone che vorrebbero diventare dei Fashion Designer?

L’unico consiglio è quello di inseguire sempre i propri sogni. La vita presenta degli ostacoli, ma voi non fermatevi mai. Viaggiate con la fantasia e cercate di essere unici: questo è l’unico modo per distinguersi dalla massa. Non copiate gli altri e non lasciatevi condizionare. Seguite le vostre convinzioni, ma soprattutto il vostro cuore.

Progetti futuri?

Da Aprile partirò con la campagna per la promozione del mio brand artistico. A Maggio dovrei tornare qui a Roma per un evento a cui mi farebbe piacere invitarvi tutti e… A fine Luglio presenterò la mia nuova collezione nella mia amata terra (n.d.r. il Salento) durante il Medit Summer Fashion che sarà ripreso dalle telecamere di Mediaset. Infine, il 2019 mi porterà a partecipare a due contest importantissimi che ancora non voglio render noti e, ovviamente, sarò a Milano per la Fashion Week.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *