Monte Carlo Fashion Week, il Principato ecosostenibile

Beach&Cashmere-Monaco-_-Save-the-Ocean-collection

Monte Carlo Fashion Week, un progetto nobile

Sarà nuovamente la Principessa Charlene di Monaco a guidare la settima edizione della Monte Carlo Fashion Week dal 15 al 19 maggio, come vi avevamo anticipato. Anche quest’anno si rinnova l’intento di presentazioni totalmente green, con capi realizzati in fibre e filati naturali.

Progetto nobile che trova sempre più sostenitori: vuoi perché i compratori stiano iniziando a capirne l’importanza o semplicemente per “moda”, ma poco importa, l’importante è riuscire a raggiungere lo scopo. Insieme alla direzione di Federica Nardoni Spinetta, fondatrice della Chambre Monegasque de la Mode, sfileranno collezioni innovative cavalcando l’onda di claims d’autore.

L’ospite d’onore: Alberta Ferretti

Alberta Ferretti è l’ospite d’onore che, sabato 18 maggio sera, sfilerà con la collezione Cruise 2020 presso lo Yacht Club. La stilista, da sempre grande sostenitrice della moda etica, ha lanciato recentemente una collezione fatta da materiali accuratamente selezionati, con certificazioni che garantiscono l’origine riciclata della materia, l’utilizzo di tessuti biologici e una riduzione dell’uso di sostanze chimiche. È importante infatti non guardare solamente al prodotto finito, ma all’intera filiera di produzione quali le condizioni di lavoro degli operai, le risorse e i metodi di ricerca. A presenziare durante il nuovo appuntamento con la MFW anche Gilberto Calzolari, volto noto del Green Carpet Award di Milano. Poi ancora Jiri Kalfar, conosciuto alla LFW per la sua collezione “Save The Bees” e per essere un fiero attivista dei diritti degli animali e la sua produzione di capi eco sostenibili che piacciono tanto alle star quali Camila Cabello e Karolina Kurkova. Ed infine, il progetto della stessa Federica Nardoni Spinetta che la vede Creative Director del brand Beach & Cashmere Monaco che per la stagione SS19 ha creato “Save the Ocean”, una collezione che al grido di “Rispettiamo il nostro mare e salviamolo dall’inquinamento” dimostra tutto il suo amore per gli oceani in pericolo.

Non solo abiti

L’azienda Swarovski e la Galleria Giordani firmano insieme l’opera artistica esposta al Fashion Village. Si tratta di Lutjanus Fulgens, un dentice gigante dalle sfumature cromatiche affascinanti ed un drappeggio composto da pannelli in tessuto. Anche qui viene fatto un focus sull’ambiente marino. Quest’anno c’è una variazione di rotta sul tema, non si parla più di “pensare ecologico” quanto più di “agire davvero in modo ecologico”; non più forma quindi ma sostanza. Monaco è tra le prime a puntare ad uno stile di vita luxury e sostenibile. La vocazione ecologica è obiettivo primario di Sua Altezza Serenissima il Principe Alberto II per il suo Paese e le basi della sua politica per il nostro Pianeta, sulla scena internazionale. Sarà premiato quindi il brand che riuscirà a calcare maggiormente l’ideale di una moda pura, semplice e genuina.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *