Navetta 30, uno yacht che guarda al futuro con stile

0
114
Yacht Navetta 30

Il suo debutto ufficiale è previsto per il prossimo Cannes Yachting Festival. È la Custom Line Navetta 30 è il primo progetto per Ferretti Group firmato negli interni dal prestigioso studio di architettura Antonio Citterio Patricia Viel e da Filippo Salvetti per il design esterno.

Un vero capolavoro di stile che vuole comunicare un messaggio di profonda innovazione e cambiamento. Navetta 30 rappresenta il nuovo yacht della linea dislocante, attesa per i saloni autunnali che apriranno la stagione nautica 2020-2021.

Con una lunghezza di 28,43 m ed un baglio di 7,3 m, Navetta 30 nasce della collaborazione fra Dipartimento Strategico di Prodotto, presieduto dall’Ing. Piero Ferrari e il Dipartimento Engineering di Ferretti Group. È anche la prima Custom Line che si distingue, come detto, per il design degli esterni curato dall’architetto Filippo Salvetti, mentre lo studio di architettura Antonio Citterio Patricia Viel firma il progetto di interior.

“Una nuova dimensione di design: questo esprime la nuova Navetta 30” spiega Stefano de Vivo, Chief Commercial Officer di Ferretti Group. “La nuova generazione Navetta ha avuto un successo tale che ogni nuovo progetto deve avere l’energia dirompente del capolavoro. Navetta 30 ha questo requisito, ed è un fantastico passo avanti nella ricerca del benessere assoluto dell’armatore e dei suoi ospiti”.

Un design che guarda al futuro

Il nuovo yacht presenta un profilo classico e armonico e caratterizzato da grandi vetrate a scafo e sulla sovrastruttura, con ponti di altezza superiore ai 2 m e aree di poppa e di prua molto generose. All’esterno grazie spazio per le funzioni conviviali ma anche per risaldassi in assoluta tranquillità. Grande rilevanza è stata data anche all’interconnessione delle aree esterne ed interne, con un’apertura maggiore verso l’esterno per abbracciare l’orizzonte con una vista più aperta e panoramica sul mare.

“La nuova Navetta 30 amplia la gamma dei dislocanti di Custom Line offrendo volumi generosi nel rispetto di un design elegante e accattivante che si pone come obiettivo la ricerca di una classicità capace di emozionare per sempre. Un prodotto formalmente equilibrato, armonico nonostante i contenuti da nave. Lavorare sul bilanciamento tra scafo e sovrastruttura ed enfatizzare lo sviluppo orizzontale delle linee esterne è stato fondamentale per donare dinamicità e slancio a un prodotto cosi particolare e complesso“ commenta l’Arch. Filippo Salvetti.

Eleganza e stile all’interno

I tre ponti costituiscono un record per uno yacht di questo piedaggio. Grazie a una configurazione interamente wide body, l’armatore e i suoi ospiti possono godere anche del ponte principale con salone e suite armatoriale full beam, oltre che del ponte inferiore dove sono collocate le 4 cabine vip e la zona equipaggio. Sul ponte superiore, con zona pranzo e salone, si accede alla plancia integrata a pruavia, mentre il ponte sole, di straordinarie dimensioni, completa un’offerta senza paragoni.

“Il design degli interni è stato studiato in collaborazione con gli ingegneri e gli architetti che hanno progettato lo scafo della barca”, afferma l’architetto Patricia Viel, cofondatrice dello studio di architettura Antonio Citterio Patricia Viel. “Grazie all’utilizzo del BIM possiamo avere un controllo perfetto di ogni volume, armonizzando al contempo il design degli interni e i progetti di illuminazione con la forma dello scafo”.

Potenza per crociere da sogno

Navetta 30 è ideale per coprire lunghe distanze con basso consumo di carburante garantendo comunque prestazioni brillanti: prevede una motorizzazione standard di 2 MAN I6 dalla potenza di 800 mhp. Potrà così raggiungere una velocità massima di 14 nodi e un’autonomia transatlantica di circa 2.150 miglia nautiche all’andatura di crociera economica di 10 nodi. Disponibili altre 2 opzioni di coppie di propulsori:

• 2 motori MAN V8 dalla potenza di 1000 mhp, montati sulla prima unità;
• 2 motori MAN V8 dalla potenza di 1200 mhp

Navetta 30 è attualmente in costruzione presso la Super Yacht Yard di Ancona.