, ,

OTAM 65HT, lo yacht che sembra un jet

OTAM 65HT

OTAM presenta uno one-off capace di raggiungere i 60 nodi, grazie a due motori da 2000 cavalli. Una vera belva capace, tra l’altro di viaggiare a una velocità di crociera di 50 nodi. Si chiama OTAM 65HT e si ispira al mondo dei private jets.

È già stato venduto ed è stato già messo in costruzione e osservando queste foto non potrebbe essere altrimenti. Un vero e proprio capolavoro stilistico il cui design degli esterni porta la firma del cantiere italiano, mentre, sotto richiesta del committente, lo studio Francesco Guida Design ha ideato lo stile e i dettagli di layout e interni.

L’65 HT vuole rappresentare un’espressione della customizzazione estrema, caratteristica tipica del cantiere italiano, che ben si riassume nell’espressione “Made in Italy one off”, capace di racchiudere in sé i concetti di esperienza, ricerca, sviluppo, flessibilità, design iconico e altissime prestazioni con un’efficienza fuori dal comune.

Un design… tailor made

L’OTAM 65HT è stato realizzato seguendo le specifiche indicazioni dell’armatore. Tra le soluzioni spicca in modo particolare ed evidente, l’eliminazione delle porte verso il pozzetto, così da creare un’unica grande area open space per godere appieno la vita all’aria aperta. Tutto questo senza perdere il pregio di avere un’ambiente dotato di tutti comfort, basti pensare che tutta l’area è dotata di aria condizionata.

Grande importanza ai fini anche delle prestazioni, risultano gli inserti in carbonio: dall’ancora fino alla plancetta bagno il cantiere ha scelto, come nella sua tradizione, di utilizzare materiali tecnologicamente avanzati, che consentono non solo di creare un contrasto cromatico con il bianco dello scafo, ma anche di assicurare un risparmio in termini di peso, a tutto vantaggio delle performance.

Gli interni: sembra un jet

Disegnati da Francesco Guida Design, gli interni dell’OTAM 65HT, sono assolutamente fantastici, totalmente custom e rappresentano un nuovo riferimento per l’interior design dello yachting sportivo, in virtù del loro stile d’avanguardia che si esprime con geometrie eleganti conferendo all’imbarcazione un carattere senza tempo.

“Nel concepire gli interni del nuovo OTAM 65HT” ha spiegato Francesco Guida, “siamo stati fortemente influenzati dal mondo dei private jets. La contaminazione è avvenuta in modo naturale ed immediato in quanto le forme e le performances estreme dell’imbarcazione evocano quelle di un vettore veloce che possa effettuare spostamenti in tempi brevissimi per raggiungere posti nascosti e lontani”.

Colori, forme e materiali sono stati selezionati attentamente per coesistere in armonia con il look esterno dell’imbarcazione per ottenere un unicum armonioso. “Il carbonio a vista è volutamente protagonista ed enfatizza le doti di leggerezza dell’imbarcazione ottenute grazie all’impiego di materiali tecnologici. Anche i soffitti delle cabine sono stati concepiti con questo materiale e sono stati tagliati in modo da richiamare le scriminature centrali del cupolino che protegge il cockpit e squarciati con superfici luminose per evocare le scie generate da corpi veloci in movimento”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *