Park Hotel Villa Grazioli, un matrimonio con l’arte

Sfilata wedding al Park Hotel Villa Grazioli

Park Hotel di Villa Grazioli: fra wedding e arte

Le porte del Park Hotel di Villa Grazioli a Grottaferrata, come da nostra anticipazione, sono rimaste aperte per gli ospiti durante l’intera giornata. Un modo diverso e decisamente più intimo di mostrare le novità in tema wedding rispetto ad altre fiere del settore.

La villa è grandissima, ad accogliere le persone all’arrivo nel parco un addetto in elegante uniforme da lavoro. Per l’occasione sono stati allestiti la riproduzione di un matrimonio civile con sedie e archetto immersi tra fiori e prato (proprio come nei film americani) e macchine d’epoca tra le più gettonate per il “giorno del Si”; tra queste un pulmino Volkswaghen rosso fiammante. Entrando nel palazzo si rimane a bocca aperta, affreschi ed intarsi in legno di una bellezza sopraffina. La coordinatrice Sara Dominicis spiega infatti che non si tratta di una dimora qualunque, bensì di una Villa Cardinalizia del XVI sec passata dalle mani di Antonio Carafa fino a quelle del Cardinale Ottavio Acquaviva d’Aragona che nel 1605 arricchì di nuovi affreschi le stanze patronali. Nel 1683 acquistò la proprietà la Famiglia Odescalchi. La stanza più scenica è sicuramente la Stanza della Ringhiera al piano terra e la Galleria del Pannini al piano superiore.

È proprio qui che si sono avvicendati i catwalk della linea sposa La Vie en Blanc Atelier e quello della linea sposo Carosi. Con La Vie en Blanc Atelier è stato stravolto lo stereotipo canonico della donna all’altare. Giorgia Albanese è la titolare nonché creatrice delle linee atelier. Primo tra tutti il completo sartoriale composto da pantalone e blazer in raso bianco e bustino con schiena nuda in pizzo. Sul finale una sposa con mini dress intarsiato con ricami all over e gonna in tulle lunga adoperata come coda. La scelta ha destato molta curiosità, non è certamente usuale e per questo ha catturato gli occhi delle spose più ambiziose. Versione più romantica e meno aggressive l’abito con gonna svasata e plissè che si ferma sopra le caviglie. L’artigianalità unica del Made in Italy si riconosce subito dalla lavorazione dei veli, accessori unici che da soli danno valore all’abito. L’ultima uscita è dedicata allo stupire, la sposa è vaporosa, leggiadra ed unisce in se’ uno stile moderno ad un prototipo standard. Il velo è lungo e molto semplice, lasciando così la scena alle rouges e tulles a ciuffi cuciti su tutta l’ampiezza della gonna. Lo stesso abito è declinato in variante più corta.

È la volta della sfilata maschile con Carosi Moda. In risalto la qualità dei tessuti di una sartoria su misura. Il loro atelier sorge nel cuore della storia di Roma, nei pressi di Piazza di Spagna. Svelano il blu come colore must della stagione prossima, declinato possibilmente nella versione demi tight. I bottoni diventano protagonisti essenziali. Per i nostalgici persistono le proposte del classico smoking nero con farfallino. Roberto Carosi si occupa della ricercatezza dei tagli per i suoi abiti dal 1937, non solo eleganza ma anche sportswear.

Non solo abiti per gli sposi

La mattinata prosegue con un light lunch offerto al piano terra dove si è presentata l’occasione perfetta per scoprire il lavoro altri partner quali la gioielleria Fabrizio di Cori per la scelta delle fedi nunziali e orologeria di alta gamma ma anche fotografi, musicisti e pasticceri per un goloso angolo dolci al banchetto di nozze. Sognatesori di Domenico e figli è un angolo di paradiso zuccherato, nel loro laboratorio di Rocca Priora producono biscotti e dolci su misura. Sullo stand allestito domenica comparivano graziosi cupcacke dal design iper romantico con note rosa e originali biscotti secchi a forma di cuore con sopra raffigurati smoking e abiti da sposa. Via i confetti, ormai stereotipati, la loro preferenza va alle dragee , piccole palline di cioccolato e mandorla.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *