Partnership fra Pininfarina e INKAR per cover esclusive per iPhone

0
15
Cover Pininfarina Modulo Inkar

Una cover per l’iPhone ispirata alla concept car Modulo di Pininfarina. E per di più in edizione limitata: gioia autentica per gli amanti dell’esclusività. Pininfarina e il brand luxury INKAR hanno annunciato una collaborazione per presentare un’esclusiva edizione limitata di cover per iPhone 13 Pro e 14 Pro.

Arte, design e tecnologia si mixano alla perfezione e danno vita ad un prodotto speciale: tutto parte dalla collaborazione, ma soprattutto dalla passione di Pininfarina per l’innovazione e l’ambizione di INKAR di associare le ultime tecnologie, i materiali più pregiati e i migliori talenti. Il risultato è un prodotto davvero glamour e desiderabile.

Solo 99 cover

Sarà una serie limitata di 99 cover per iPhone 13 Pro e 14 Pro. Tra queste cover, 5 si distinguono per la loro struttura in argento rifinita da una linea rossa e disegnata a mano da designer italiani, dando vita ad un’edizione super esclusiva nel contesto di una serie limitata.

Saranno disponibili online dal primo dicembre 2022 e saranno totalmente personalizzabili. Ogni cover ha inciso un numero di serie che attesta la sua unicità. I materiali scelti sono di altissima qualità e includono i pellami usati per le rinomate vetture Pininfarina. Per la personalizzazione, è possibile scegliere tra cinque coloridue lenti e dieci scocche in pelle, legno naturale, fibra di carbonio e alluminio. 

Cover Pininfarina Modulo Inkar

Queste cover esclusive, si ispirano alla Pininfarina Modulo, la storica vettura concept, presentata per la prima volta al Salone dell’Auto di Ginevra nel 1970 e ha vinto ventidue premi internazionali di design.

Paolo Lugaro, Lead designer di Pininfarina, ha affermato che “la sfida più difficile di questo progetto è stata interpretare e includere tutti i valori Pininfarina – purezza, eleganza, innovazione e raffinatezza – così come la nostra tradizione –  attraverso diverse opzioni di personalizzazione in un prodotto così piccolo. Non c’è stato spazio per gli errori e insieme abbiamo fatto un ottimo lavoro”.