Pearl 80: eleganza tra le onde del mare

Lusso e confort si coniugano alla perfezione nel Pearl 80, nuovo gioiello di Pearl Yachts. 24 metri di eleganza e raffinatezza, per un modello di assoluto rilievo, che introduce elementi stilistici di gran classe.

Spazi ampi e lussuosi, sia all’interno che all’esterno, frutto della fortunata collaborazione tra l’architetto navale Bill Dixon, che ha progettato gli esterni, e la designer Kelly Hoppen, responsabile del layout degli interni: per Pearl 80 Bill Dixon ha infatti proposto un esclusivo design degli esterni, insieme a quello della carena. Le linee sono aerodinamiche e grande attenzione viene data sia all’ampio parabrezza, sia alla grande vetrata che viene ripresa su ognuno dei tre ponti. Una linea continua di finestre, vicino alla linea di galleggiamento, fa sì che il ponte inferiore sia ben illuminato, mentre sul ponte principale l’effetto è di una veranda affacciata sul mare, con la cambusa inondata di luce. Bill Dixon afferma: “Oltre alle caratteristiche stile e delle prestazioni, l’attributo vincente di Pearl 80 è il suo design rivoluzionario, che nasce dalla volontà di offrire ai clienti soluzioni di design uniche e interessanti, così da migliorare il modo di concepire e vivere il loro yacht”.

Interni elegantissimi e spaziosi

Sulla scia delle richieset da parte dei suoi clienti, Pearl Yachts ha adattato il salone principale, a tutto baglio, così che lo spazio fosse interamente dedicato ad una zona salotto arredata con divanetti bassi modulari. “Nella maggior parte delle imbarcazioni di queste dimensioni il salone è dominato da un’ampia sala da pranzo ma abbiamo invece realizzato che i nostri clienti sfruttano questo spazio come dining area, preferendo mangiare sul ponte o a terra”, spiega il CEO di Pearl Yachts, Iain Smallridge.
Una zona salotto accanto alla timoneria e una zona bar più a poppa, offrono valide alternative. Le ampie vetrate riempiono di luce il salone, la cambusa e l’area della timoneria interna, creando spazi luminosi e aperti.
La cambusa è separata dal salone con un pannello sali-scendi scorrevole, che rende la preparazione dei pasti un momento di convivialità, e al contempo regala fluidità agli spazi.
Sul ponte inferiore, passando per una piccola sala d’ingresso, si trova la cabina armatoriale a tutto baglio.
L’armatore avrà dunque a disposizione una suite di prua dalle dimensioni generose, completa di armadio walk-in. Andando oltre, si trovano due cabine ospiti con letti gemelli, che possono essere convertite in cabine doppie. Entrambi con bagni privati, queste cabine sono rese eccezionali dalle grandi finestrature di cui entrambe dispongono.

Al sole, nel lusso più totale

Uscendo all’aria aperta, facendosi cullare dalle onde del mare e accarezzare del vento, lo yacht vanta tre aree da pranzo esterne: sul Flybridge, a prua e a poppa sul pozzetto. I divanetti prendisole sono situati sia sul Fybridge che a prua. L’ampio spazio del Flybridge dedicato all’intrattenimento da tender e jet ski è stata una priorità progettuale, di conseguenza questi ultimi sono alloggiati sulla poppa, il jet-ski ha un proprio garage e può essere varato facilmente senza l’installazione di una gru. Una volta varato, la zona di poppa diventa una grande piattaforma che, abbassata idraulicamente, accoglie gli ospiti vicino sul filo dell’acqua.

Sul mare in crociera…

A spingere il Pearl 80 vi sono due MAN V12-1800 con V-drive, che permettono un’eccellente distribuzione del peso e una più facile manutenzione e le consentono di arrivare ad una velocità massima fino a 35 nodi, senza mai compromettere la governabilità. 
Iain Smallridge spiega che la strategia di Pearl Yachts è quella di: “Definire con particolare cura l’attrezzatura standard sugli yacht Pearl e accertarsi che questa sia di una qualità che normalmente ci si aspetterebbe di pagare in più”. Aggiunge: “Pearl 80, con i suoi interni lussuosi e spaziosi, gli ampi spazi sui ponti e l’agilità di manovra, è perfetta per il nostro pubblico americano e non vediamo l’ora di presentarla al Fort Lauderdale International Boat Show”.

Tratto da Lusso Style di Giugno 2018

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *