Perrier-Jouët al Salone con HyperNature e nuova Blason de France

HyperNature_by_Bethan_Laura_Wood_for_Perrier-Jouet4

HyperNature, un’opera ammiratissima

La Maison di champagne francese Perrier-Jouët ha esposto a Palazzo Clerici a Milano nei giorni del Salone del Mobile l’opera HyperNature, l’installazione realizzata dalla talentuosa artista inglese Bethan Laura Wood che rende omaggio al mondo dell’arte moderna e contemporanea, creando un punto di raccordo con i valori dell’Art Nouveau che caratterizzano il produttore di champagne d’oltralpe.

HyperNature, che era stata presentata in anteprima nello scorso dicembre a Miami nel corso di Design Miami/, è un’opera dinamica che dialoga con lo spettatore. L’idea di Bethan Laura Wood è stata da un lato quella di creare un’immersione nel savoir-faire di Perrier-Jouët e nel patrimonio culturale dell’Art Nouveau e, dall’altro, di offrire una nuova champagne experience dove i calici vengono colti direttamente dai rami richiamando così la tipica procedura della vendemmia.

Il nuovo design delle bottiglie di champagne Perrier-Jouët

Perrier-Jouët ha inoltre presentato in anteprima un nuovo design per le bottiglie di Champagne Perrier-Jouët Blanc de Blancs e Champagne Perrier-Jouët Blason Rosé. Ispirato alla storica cuvée Blason de France della Maison, il design slanciato ed elegante rievoca la forma tradizionale che predominava nella regione dello Champagne prima della nascita della moderna bottiglia. Il rinnovato design presenta un collo più lungo e un punto più profondo, che rende più facile la presa alla sua base.

Ad illustrare questa nuova evoluzione stilistica è stato Leo Damiani, direttore generale di Perrier-Jouët Italia, che ha ricordato come la forma del Blason de France era nata a metà degli anni Cinquanta per poi essere abbandonata per praticità negli anni Settanta. La volontà di proporre qualcosa di unico, che unisse uno stile moderno con una forma sinuosa ed accattivante, è stata la molla per riportare alla luce la nuova bottiglia.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *