Perrier-Jouët seduce Miami con un’immersione di creatività digitale

La Maison di champagne Perrier-Jouët è stata tra i principali protagonisti della recente design week di Miami, grazie alle numerose e variegate iniziative promosse durante i giorni della manifestazione.

I viaggiatori in arrivo al Miami International Airport hanno fin da subito potuto ammirare l’accativante pop-up store realizzato dalla Maison presso il principale scalo della Florida, che ha proposto un’esperienza digitale onnicomprensiva con l’obiettivo di reinventare lo spirito dell’Art Nouveau. Creato dagli artisti Luftwerk di Chicago, questa installazione ha immerso i passeggeri in un’esuberante celebrazione dell’energia della natura: sulla parete esterna uno schermo ha rivelato i dettagli della collaborazione di Perrier-Jouët con Luftwerk, mentre i calici di champagne appollaiati su canne dorate e un espositore per bottiglie hanno invitato gli spettatori a scoprire la prestigiosa gamma Belle Epoque della Maison.

Nelle sue numerose collaborazioni con designers di fama mondiale, Perrier-Jouët ha sempre reinterpretato la sua eredità Art Nouveau, celebrando la natura come fonte di ispirazione. L’attenzione per il mondo naturale riflette la filosofia distintiva della Maison, con lo scopo di dare vita ad un dialogo creativo tra le radici dell’Art Nouveau e le forme contemporanee di espressione artistica.

Nell’opera presentata dagli artisti Luftwerk a DesignMiami/ 2017, quel confronto è stato aggiornato da opere digitali che esplorano il tessuto stesso del patrimonio Art Nouveau di Perrier-Jouët.

Per Becoming, l’installazione presente presso DesignMiami/ 2017, Luftwerk si è ispirato all’iconico motivo della bottiglia Cuvée Perrier-Jouët Belle Epoque della Maison e all’architettura delle enigmatiche cantine di Perrier-Jouët, per creare una colorata esperienza digitale che evoca i cicli della natura. Il risultato è uno spazio immersivo in cui i diversi strati del flacone di Cuvée Belle Epoque riflettono e fluiscono, rivelando le strutture nascoste che danno vita alla bellezza.

Il fulcro di questa costante ricerca di fondere arte e natura si è concretizzato presso l’Eden di Perrier-Jouët, che è stato realizzato quest’anno nell’iconico garage 1111 Lincoln Road progettato da Herzog & de Meuron.

Dopo aver percorso un corridoio buio pieno di fogliame lussureggiante, gli ospiti hanno scoperto degli spazi stravaganti, che pulsavano dal pavimento al soffitto grazie all’arte digitale di Luftwerk e alle innovative luci al neon. Lì si incontravano creature esotiche, mentre uno spazio segreto trasportava i visitatori in una replica delle famose cantine dell’Eden di Perrier-Jouët, per un rituale unico di degustazione di vini.

Tutte e tre le installazioni hanno offerto una dimostrazione della singolare missione della Maison francese di re-interpretare il mondo dell’arte dello champagne attraverso nuovi punti di vista e forme di comunicazione.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *