Pierre Mantoux festeggia il suo 85º compleanno con un capsule luxury

Gerlando Dispenza per Pierre Mantoux

Pierre Mantoux festeggia il suo 85º compleanno e lo fa in grande stile. In concomitanza con la settimana della moda di Milano, appuntamento cool del calendario fashion meneghino, lo stilista conferma ancora una volta la sua vocazione alla creatività e alla ricerca che ne hanno fatto un brand di successo nel mondo.

Un importante anniversario che sarà celebrato con una capsule speciale all’insegna del lusso firmata da un giovane designer del segmento jewelry, Gerlando Dispenza, e che sarà possibile vedere in anteprima nelle vetrine della boutique della maison in via Solferino 12 a Milano.

Dall’incontro tra luxury lingerie e gioielleria italiana nascono straordinari speciali pezzi – body, socks, guepière e gambali – realizzati con filati pregiati che intrecciano cristalli neri e sono interamente ricamati a mano. Un tributo alla couture del più autentico Made in Italy, dove la decorazione è portata all’estremo fino a far diventare ogni capo un pezzo di alta gioielleria, prezioso e personalizzato all’insegna di un made to measure che premia la vestibilità perfetta e che diventa unico e acquistabile su ordinazione.

Un modo inedito che mette ancora una volta in evidenza la visione avantgarde di Pierre Mantoux che ha voluto mixare il suo know how con un new talent del panorama fashion italiano e dare l’avvio a uno special project che lo vedrà sempre più protagonista della giovane creatività italiana.

“Abbiamo pensato che il modo migliore per celebrare i nostri primi 85 anni fosse puntare sul talento di un giovane capace di unire la sua expertise al carattere di Pierre Mantoux in un progetto che esaltasse i comuni valori di italianità, sperimentazione, innovazione e stile” ha dichiarato Patrizia Giangrossi. “Questo è il primo capitolo di una storia che vogliamo scrivere con le nuove generazioni di fashion designer per valorizzarne la creatività nel comune solco del savoir faire Made in Italy”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *